Patricia Collinge

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Patricia Collinge

Patricia Collinge, nata Eileen Cecilia Collinge, (Dublino, 20 settembre 1892New York, 10 aprile 1974), è stata un'attrice irlandese naturalizzata statunitense. Iniziò la sua carriera in teatro, passando poi a lavorare per il cinema e la televisione.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nata a Dublino da Emmie Russell e F. Channon Collinge, il suo vero nome era Eileen Cecilia Collinge. Fu educata dapprima privatamente, poi in una scuola femminile. Studiò danza e pianoforte, ma scelse di fare l'attrice. Esordì a dodici anni il 21 dicembre 1904 in un ruolo da bambola cinese in Little Black Sambo al Garrick Theatre di Londra.

La sua prima apparizione sui palcoscenici di Broadway risale al 7 dicembre 1908 in The Queen of the Moulin Rouge come ragazza fiore. L'anno prima, era arrivata a New York insieme a sua madre. Dopo aver lavorato con alcuni dei più noti attori teatrali dell'epoca, le fu affidato il ruolo del titolo in Pollyanna, l'adattamento teatrale del romanzo di Eleanor H. Porter. Fu la prima interprete del personaggio che sarebbe stato poi ripreso al cinema nel 1920 da Mary Pickford e, nel 1960, da Hayley Mills.

Nel 1939, Patricia Collinge fu Birdie Hubbard in The Little Foxes con protagonista Tallulah Bankhead. Riprese lo stesso ruolo nella versione cinematografica, Piccole volpi.

L'attrice morì a New York nel 1974 all'età di 81 anni a causa di un attacco cardiaco. Venne cremata e le sue ceneri furono date ai familiari e agli amici[1].

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Patricia Collinge si sposò il 10 giugno 1921 con James Nichols Smith. La loro unione durò per decenni ma dal matrimonio non nacquero figli.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Fu candidata nel 1942 all'Oscar alla miglior attrice non protagonista.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Spettacoli teatrali[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Find a Grave

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 69139166 LCCN: n85151792