Pena di morte a Singapore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La pena di morte a Singapore è prevista per alcuni reati.

La città-stato tra il 1994 e il 1999 ha avuto il più alto tasso pro-capite di esecuzioni nel mondo: secondo le stime delle Nazioni Unite in questo periodo ci sono state 1357 esecuzioni ogni centomila abitanti.[1]

Ogni esecuzione a Singapore viene effettuata mediante impiccagione alla Prigione Changi all'alba del venerdì.

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

La seguente tabella sulle esecuzioni è stata compilata da Amnesty International e include le statistiche fornite dal Ministero degli Affari Interni nel gennaio 2001 e i dati del governo riportati dalla France-Presse nel settembre 2003.[2]

I numeri tra parentesi sono riferiti ai cittadini stranieri giustiziati secondo le informazioni divulgate dal Minisero degli Affari Interni.

Anno per omicidio per traffico di droga per reato in materia di armi Totale
1991 19 7 26
1992 13 7 1 21
1993 10 2 12
1994 21 54 1 76
1995 20 52 1 73
1996 10 {7} 40 {10} 50
1997 {3} 11 {2} 5 15
1998 4 {1} 24 {5} 28
1999 8 {2} 35 {7} 43
2000 4 {2} 17 {5} 21
2000 23
2001 22
2004 8{2}[3]
2005 8{1}[3]
2006 8{2}[3]
2007 3{2}[3]
2008 4 2 0 6{3}[4]
2009 1 3 1 5{2}[4]
2010 0 0 0 0[4]

Il capo esecuzioni, Darshan Singh, disse che aveva giustiziato più di 850 persone durante il suo servizio a partire dal 1959, circa 18 persone al giorno.[5]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ para 68 UNODC.org
  2. ^ Singapore: The death penalty - A hidden toll of executions (PDF), Amnesty International, 14 gennaio 2004. URL consultato il 29 dicembre 2007.
  3. ^ a b c d |Written Answer to Parliamentary Question on Judicial Executions From 2004 to 2010, 21 October 2011, MHA
  4. ^ a b c Prisons Annual Report 2011 Part 4
  5. ^ Alan Shadrake, Nguyen executioner revealed in The Australian (Surry Hills, NSW, 2010, Australia), News Limited, 28 ottobre 2005. URL consultato il 30 dicembre 2007.