Pena di morte in Pakistan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La pena di morte in Pakistan è prevista per alcuni reati.

Nel 2005 almeno 241 persone sono state condannate a morte e almeno 31 condanne sono state eseguite. Il Pakistan è al quinto posto al mondo per casi totali (non pro capite) dopo la Repubblica Popolare Cinese, Iran, Arabia Saudita e Stati Uniti[1].

Più di 900 persone si trovano nel braccio della morte condannate dai tribunali inferiori. Nel 1999 Amnesty International ha registrato 13 esecuzioni[2].

L'impiccagione è l'unico metodo legale di esecuzione.[3]

A partire dall'ottobre 2008 il governo del Pakistan ha avviato una moratoria sulla pena di morte[4].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ AIUK: Pakistan- Spate of imminent executions in wake of Mirza Hussain case
  2. ^ Amnesty International: Death Penalty News September 2000
  3. ^ (Sezione 368 del Codice di Procedura Penale)
  4. ^ Human Rights Commission of Pakistan

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]