Parablennius zvonimiri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Bavosa cervina
Parablennius zvonimiri Krk.JPG
Stato di conservazione
Status none DD.svg
Dati insufficienti[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa Bilateria
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Infraphylum Gnathostomata
Superclasse Osteichthyes
Classe Actinopterygii
Ordine Perciformes
Sottordine Blennioidei
Famiglia Blenniidae
Genere Parablennius
Specie P. zvonimiri
Nomenclatura binomiale
Parablennius zvonimiri
Kolombatovic, 1892
Sinonimi

Blennius zvonimiri

Particolare della testa e dei tentacoli cefalici

La Bavosa cervina (Parablennius zvonimiri) è un pesce di mare appartenente alla Famiglia Blenniidae.

Descrizione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Endemica del mar Mediterraneo e del mar Nero.

Vive in ambienti scogliosi ricchi di rifugi e di vegetazione preferendo ambienti ombreggiati a profondità di almeno 1 metro.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Estremamente simile a Parablennius incognitus con la quale è stata certamente confusa complicando non poco lo studio di queste specie. I tentacoli sopraorbitari sono suddivisi in 4-8 filamenti, divisi fin dalla base di cui il primo più lungo e più spesso. Entrambe le narici portano tentacoli, la posteriore ne ha uno singolo, l'anteriore ne porta uno suddiviso di solito in 3 parti. Tutta la testa è cosparsa di piccoli tentacoli in forma di peli, tuttavia lo sviluppo di queste appendici è molto variabile.

La livrea è variabilissima, in genere sui toni del bruno con macchiette e puntini diversi da individuo ad individuo, sono sempre presenti una macchia più scura, di solito ben definita alla base della pinna caudale ed una serie di macchiette bianche sul dorso, intervallate a striature scure. Il maschio riproduttore ha tinte molto più uniformi, spesso vivaci e tentacoli molto più sviluppati.

Raggiunge gli 8 cm.

Riproduzione[modifica | modifica sorgente]

Simile a quella di Parablennius incognitus a cui si rimanda.

Acquariofilia[modifica | modifica sorgente]

È considerata una specie facile da allevare in acquario.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Parablennius zvonimiri in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.2, IUCN, 2014.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Egidio Trainito, Atlante di flora e fauna del Mediterraneo, 2004ª ed., Milano, Il Castello, 2004, ISBN 88-8039-395-2.
  • Patrick Louisy in Trainito, Egidio (a cura di), Guida all'identificazione dei pesci marini d'Europa e del Mediterraneo, Milano, Il Castello, 2006, ISBN 88-8039-472-X.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci