Oreotragus oreotragus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Saltarupi
Klippspringer-drawing.jpg
Saltarupi
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Ordine Artiodactyla
Famiglia Bovidae
Sottofamiglia Antilopinae
Genere Oreotragus
Specie O. oreotragus
Nomenclatura binomiale
Oreotragus oreotragus
Zimmerman, 1783
Nomi comuni

saltarupi, klipspringer

Il saltarupi, od oreotrago, (Oreotragus oreotragus), spesso indicato anche con il nome afrikaans klipspringer, è una piccola antilope africana. È l'unica specie del genere Oreotragus.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Maschio di saltarupi

I saltarupi sono antilopi di piccole dimensioni: le femmine sono alte 50-53 cm, e i maschi 49-52 cm. Il manto è fitto, di colore marroncino e bianco con sfumature olivastre. I singoli peli sono cavi, una caratteristica unica fra i bovidi. I maschi hanno corna appuntite, ben distanziate, di 10-20 cm di lunghezza. Entrambi i sessi sono dotati di ghiandole sotto gli occhi e i maschi hanno una ghiandola aggiuntiva sul prepuzio.

Habitat e alimentazione[modifica | modifica sorgente]

I saltarupi sono diffusi dal Capo di Buona Speranza, per tutta l'Africa orientale, fino all'Etiopia. Prediligono le zone rocciose, come monti e canyon, dove il manto screziato li aiuta a mimetizzarsi. Si nutrono di erbe che crescono fra le rocce, incluse piante succulente che sono sufficienti a soddisfare il loro bisogno di acqua.

Comportamento e riproduzione[modifica | modifica sorgente]

I saltarupi sono animali territoriali, che vivono in coppie o in piccoli gruppi, in genere formati da una coppia con i cuccioli. Durante la stagione secca, i gruppi familiari si radunano in branchi di 6-8 individui. Marcano il perimetro con le secrezioni delle ghiandole preorbitali e con le feci. I maschi difendono aggressivamente il loro territorio.

La stagione degli amori va da settembre a gennaio, e la gestazione dura circa 215 giorni.


Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi