Ordine Esecutivo 6102

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L'Ordine Esecutivo 6102 fu emanato dal Presidente Franklin D. Roosevelt il 5 aprile 1933, per vietare agli americani il possesso privato di monete e lingotti d'oro durante il periodo della grande depressione.

Il Presidente emanò l'ordine sulla base del Trading With the Enemy Act, che aveva fatto emendare dal Parlamento lo stesso anno.

L'ordine ammetteva il possesso pro capite di una quantità di oro inferiore a 100 dollari (circa 1150 $ del 2006). Il provvedimento esentava quanti utilizzavano l'oro nella loro attività industriale, professionale o artistica ("customary use in industry, profession or art"), e non si applicava a varie categorie di lavoratori (ad esempio: gioiellieri, dentisti e elettricisti) o nel caso il deposito di oro fosse effettuato per conto di Stati esteri con l'adeguata documentazione presentata e autorizzata dal Governo Statunitense.

L'articolo 9 dell'ordine fissa per i trasgressori una multa superiore a 10'000 $ oppure un minimo di 10 anni di carcere o addirittura entrambe le pene.

Il 15 agosto 1971, il Presidente Richard Nixon abbassò a 35 $ il limite consentito per il possesso personale di oro, in seguito alla sospensione del gold standard.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]