Numeri telefonici di emergenza

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La centrale operativa del 911 di Los Angeles

I numeri telefonici di emergenza sono numerazioni telefoniche speciali, pensate per permettere a chi si trova in situazioni di emergenza o pericolo di contattare facilmente chi può essere d'aiuto.

I numeri di emergenza sono gratuiti, pertanto raggiungibili anche da cellulari privi di credito (e in alcuni casi anche privi della scheda SIM), e sono in grado di ricevere e gestire le chiamate di emergenza e le richieste di soccorso 24 ore su 24. Per comporre i numeri di emergenza non è necessario anteporre alcun prefisso: la chiamata verrà automaticamente inoltrata alla centrale operativa competente.

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

Scelta dei numeri[modifica | modifica sorgente]

I numeri telefonici di emergenza devono poter essere ricordati facilmente e digitati velocemente; sono idonei a questo scopo numeri molto corti e con cifre ripetute. Numeri di una o due cifre o con cifre tutte uguali possono però essere un problema: sono facilmente componibili per errore e sono causa di grandi sprechi di numerazione. Per queste ragioni sono in genere adottati numeri di tre cifre, di cui almeno una diversa dalle altre.

Uso esclusivo[modifica | modifica sorgente]

L'uso dei numeri di emergenza è in genere riservato per situazioni di effettivo pericolo: in molti casi sono disponibili numerazioni ordinarie alternative per contattare i medesimi servizi in assenza di urgenza.

I numeri telefonici variano a seconda della nazione in cui ci si trova: in alcuni casi si tratta di un numero unico per tutti i servizi di emergenza, mentre in altri di una serie di numeri simili fra loro, da scegliere in base alla situazione.

Da ricordare che in tutta l'Unione europea l'abuso o la semplice chiamata "per scherzo" di questi numeri è considerato illegale e punibile dalla legge per procurato allarme.

112[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Numero unico di emergenza 112.

Il 112 è il numero unico di emergenza europeo (NUE). Da tutta l'Europa, componendo il 112 sia da numeri fissi che da cellulari, si viene messi in comunicazione con un servizio di emergenza, con operatori multilingue in grado di gestire direttamente la chiamata o quantomeno inoltrarla al servizio più appropriato.

In tutta l'Europa il 112 rispetta i criteri di gratuità ed operatività continua; mentre in alcuni paesi esso ha già sostituito i numeri di emergenza, in altri si è a loro affiancato, in modo da operare una sostituzione graduale e da essere di supporto soprattutto ai cittadini stranieri.

911[modifica | modifica sorgente]

Cartello stradale standard statunitense che ricorda il numero di emergenza 911
Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Numero unico di emergenza 911.

Il 911 è il numero unico di emergenza utilizzato per molti paesi soprattutto del nordamerica, tra cui gli stati Uniti d'America e il Canada. Componendo il 911 si viene collegati con una centrale unica in grado di gestire ogni tipo di richiesta di soccorso.

In Europa, componendo il 911 da alcuni modelli di cellulari si viene collegati con il 112, benché questo non sia un servizio ufficiale ma reso dai singoli produttori di telefoni.

Austria[modifica | modifica sorgente]

In Austria il numero di emergenza 112 (Euro Notruf) non è ancora attivo come numero unico e rimanda al 133 della Polizia.

I numeri di emergenza (in tedesco Notrufnummern) principali sono:

  • 122 - Vigili del Fuoco (Feuerwehr)
  • 133 - Polizia (Polizei)
  • 144 - Emergenza sanitaria (Rettungsdienst)

Altre numeri di emergenza:

  • 130 - Salvataggio nautico (Wasserrettung), in caso di incidente al lago o fiume
  • 140 - Soccorso alpino (Bergrettung), in caso di incidenti montani
  • 141 - Servizio medico (Ärzte Notruf)
  • 147 - "Rat auf Draht", servizio psicologico per ragazze e ragazzi
  • 01-406 43 43 - Emergenza intossicazione (Vergiftungs Notruf)

Italia[modifica | modifica sorgente]

In Italia i numeri di emergenza sono tutti "in decade 1" e composti da tre cifre, nella forma 1-1-X[1].

Il numero unico di emergenza 112 non è ancora attivo su tutto il territorio nazionale; al momento è il numero di emergenza dell'Arma dei Carabinieri, che è in grado se necessario di smistare la telefonata all'ente di cui necessita il chiamante.

Nel giugno 2010 nella provincia di Varese è stata attivata una sperimentazione a proposito del NUE 112: tutte le chiamate dirette ai numeri di emergenza vengono filtrate da una centrale di primo livello che si occupa di localizzare il chiamante e inoltrare la chiamata al servizio di emergenza più appropriato[2]; la sperimentazione è stata estesa nel corso degli anni successivi ad altre province lombarde.

112 - Carabinieri[modifica | modifica sorgente]

In Italia il 112 collega ad una centrale operativa dei Carabinieri. Il numero nacque da uno studio del 1976 del Comando Generale e della allora SIP, che portò alla scelta del numero unico 212121. Nel 1981 venne infine scelto il numero 112, attraverso il quale i cittadini possono richiedere l'intervento dei Carabinieri per i loro compiti istituzionali o in situazioni di pericolo; la centrale operativa provvede in caso di necessità a trasferire la chiamata agli altri numeri di emergenza[3].

113 - Soccorso pubblico di emergenza[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi 113 (Polizia di Stato).

Il servizio nazionale di soccorso della Polizia di Stato venne istituito nel 1968, con un numero unico, il 113, che sostituiva quello precedente, diverso in ogni località (per esempio il 777 di Milano e il 555.555 di Roma). Il 113 è il numero di emergenza per antonomasia: essendo stato l'unico numero "breve" per oltre dieci anni, veniva utilizzato per qualsiasi tipo di emergenza, motivo del modo in cui viene definito, anche quando gradualmente vennero introdotti gli altri. Oggi il 113 può essere contattato per richiedere l'intervento istituzionale della Polizia anche a proposito delle sue varie specialità, tra cui la polizia stradale, responsabile ad esempio della viabilità autostradale[4].

114 - Emergenza infanzia[modifica | modifica sorgente]

Istituito nel 2002, il 114 è una linea telefonica di emergenza, gestita dal Telefono Azzurro (1.96.96), accessibile gratuitamente da telefonia fissa 24 ore su 24 da parte di chiunque intenda segnalare situazioni di emergenza in cui la salute psicofisica di bambini o adolescenti sia in pericolo o a rischio di trauma. Attraverso il servizio è inoltre possibile segnalare situazioni di disagio derivanti da immagini, messaggi e dialoghi diffusi attraverso televisione, radio, carta stampata e internet[5].

115 - Vigili del Fuoco[modifica | modifica sorgente]

Il numero nazionale per le chiamate ai Vigili del Fuoco è attivo dal 5 dicembre 1987, mentre prima di tale data ogni Comando provinciale aveva un proprio numero urbano. Al 115 rispondono anche i comandi dei Vigili del fuoco delle province di Aosta, Bolzano e Trento, che si avvalgono di corpi autonomi slegati dai Vigili del Fuoco nazionali[6].

118 - Emergenza sanitaria[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi 118 - Emergenza sanitaria e Chiamata di emergenza.

Il numero unico per l'attivazione dei servizi di soccorso sanitario è stato istituito nel 1992, ma fino al 2005 non copriva completamente tutto il territorio italiano. Precedentemente la situazione era molto differenziata da regione a regione e le chiamate per la richiesta di soccorso sanitario con ambulanza erano ricevute da Enti e istituzioni diverse, tra cui i centralini degli ospedali e dalle associazioni di volontariato (Croce Rossa Italiana, Pubbliche Assistenze, Misericordie).

Oggi chiamando il 118 si viene messi in collegamento con la centrale operativa di competenza, che ha il compito di coordinare gli interventi dei mezzi di soccorso (anche di elisoccorso e del soccorso alpino) e di decidere la destinazione dei pazienti, in base a patologia e disponibilità degli ospedali del territorio (Pronto Soccorso o DEA)[7].

Numeri di pubblica utilità[modifica | modifica sorgente]

In Italia, oltre ai numeri di emergenza, esistono anche dei numeri gratuiti di pubblica utilità che possono essere utilizzati per richiedere interventi urgenti.

  • 117 - Guardia di Finanza: istituito nel 1996, si occupa di gestire le richieste di intervento e soccorso inerenti ai compiti del corpo, tra cui violazioni fiscali, contraffazione monetaria o di prodotti, truffe e frodi anche su internet, traffico di stupefacenti, lavoro nero e antiriciclaggio[8].
  • 1515 - Emergenza ambientale: gestito dal Corpo Forestale dello Stato si occupa di ricevere le richieste di soccorso in caso di emergenze che coinvolgano l'ambiente, in particolare gli incendi boschivi, ma anche per segnalare animali feriti o in difficoltà, il taglio illegale di piante, il bracconaggio e la pesca illegale o lo sversamento di sostanze tossiche o inquinanti[9].
  • 1530 - Numero Blu - Emergenza in mare: numero di pronto intervento del Corpo delle capitanerie di porto - Guardia Costiera per le emergenze e gli incidenti in mare[10].
  • 1500 - Call center per le emergenze sanitarie: attivo dal 22 maggio 2008[11], è gestito dal Ministero della Salute per dare informazioni a proposito di emergenze sanitarie come SARS, pandemie cicliche, minaccia bioterroristica o sul rischio del caldo eccessivo. Il servizio viene attivato solo in alcuni orari e in particolari periodi dell'anno[12].
  • 1518 - Viaggiare informati: gestito dal CCISS, si occupa di dare informazioni riguardo alla viabilità e alla situazione del traffico, oltre che di ricevere eventuali segnalazioni di problemi alla viabilità[13].
  • 1522 - AntiViolenza Donna: attivo dal 2006 e gestito dal Dipartimento per le pari opportunità, si occupa di prestare aiuto e supporto alle donne vittime di violenza, eventualmente indirizzandole a centri di aiuto sanitario[14].
  • 1544 - Polizia Penitenziaria: assegnato nel 2009 e gestito dal Dipartimento dell'Amministrazione Penitenziaria[15] per le problematiche legate alla situazione carceraria.
  • 1525 - Servizio emergenza ambientale: assegnato nel 2007 al Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare per creare un servizio telefonico a cui rivolgersi in caso di particolari emergenze ambientali[16].
  • 1533 - Prenotazione sanitaria: attivato nel 2009 a partire dalla Sardegna è utilizzato per la prenotazione dei servizi sanitari[17].

Stato della Città del Vaticano[modifica | modifica sorgente]

Nello Stato della Città del Vaticano esiste un numero unico per le emergenze, il (+39) 06 698 112, composto dal tradizionale prefisso vaticano (+39) 06 698 seguito dal 112. A tale numero risponde la sala operativa della Direzione dei Servizi di Sicurezza e Protezione Civile, a cui fanno capo sia la Gendarmeria che i Vigili del Fuoco[18].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, Delibera n. 2/02/CIR, 19 febbraio 2002.
  2. ^ AREU - Azienda Regionale Emergenza Urgenza, NUE 112 - La sperimentazione di Varese, 9 luglio 2010.
  3. ^ Arma dei Carabinieri, 112 - Numero di pronto intervento, 23 settembre 2008.
  4. ^ Polizia di Stato, Volanti e 113 in poliziadistato.it, 20 gennaio 2011.
  5. ^ Dipartimento per le pari opportunità, 114 Emergenza Infanzia - Il servizio. URL consultato il 4 marzo 2011.
  6. ^ Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, Numero di emergenza: 115 in vigilfuoco.it.
  7. ^ Ministero della Salute, 118 e Pronto Soccorso in salute.gov.it.
  8. ^ Guardia di Finanza, Pronto 117 in gdf.it.
  9. ^ Corpo Forestale dello Stato, Il servizio di emergenza ambientale 1515 in corpoforestale.it.
  10. ^ Capitanerie di porto - Guardia Costiera, Servizi in guardiacostiera.it.
  11. ^ Ministero della Salute, Al via il servizio informativo 1500 "Salute e rifiuti" in salute.gov.it.
  12. ^ Ministero della Salute, Call center per le emergenze sanitarie: 1500 in salute.gov.it.
  13. ^ CCISS, Cos'è il numero 1518?.
  14. ^ Dipartimento per le pari opportunità, Numero verde Antiviolenza Uomo-Donna - 1522 in pariopportunita.gov.it.
  15. ^ PoliziaPenitenziaria Società Giustizia & Sicurezza, Roma: arriva il numero 1544 in poliziapenitenziaria.it.
  16. ^ AGCOM, Delibera N. 32/07/CIR.
  17. ^ AGCOM, Delibera N. 79/08/CIR.
  18. ^ Corpo della Gendarmeria in vaticanstate.va.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]