Musonycteris harrisoni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Musonycteris harrisoni
Immagine di Musonycteris harrisoni mancante
Stato di conservazione
Status iucn3.1 VU it.svg
Vulnerabile[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Superordine Laurasiatheria
Ordine Chiroptera
Famiglia Phyllostomidae
Sottofamiglia Glossophaginae
Genere Musonycteris
Schaldach & McLaughlin, 1960
Specie M.harrisoni
Nomenclatura binomiale
Musonycteris harrisoni
Schaldach & McLaughlin, 1960
Areale

Distribution of Musonycteris harrisoni.png

Musonycteris harrisoni (Schaldach & McLaughlin, 1960) è un pipistrello della famiglia dei Fillostomidi, unica specie del genere Musonycteris (Schaldach & McLaughlin, 1960), endemico del Messico.[1][2]

Etimologia[modifica | modifica sorgente]

L'epiteto generico deriva dalla combinazione di Musa, riferito al genere di piante a cui appartiene la banana e dal suffisso greco -nycteris, ovvero pipistrello, con chiara allusione al suo esclusivo regime alimentare. Il termine specifico è invece dedicato ad Ed N.Harrison, il quale contribuì alle ricerche sul campo effettuate in Messico da uno dei due scopritori.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Dimensioni[modifica | modifica sorgente]

Pipistrello di piccole dimensioni, con la lunghezza della testa e del corpo tra 70 e 79 mm, la lunghezza dell'avambraccio tra 41 e 43 mm e la lunghezza della coda tra 8 e 12 mm.[3]

Caratteristiche craniche e dentarie[modifica | modifica sorgente]

Il cranio ha un rostro notevolmente allungato, circa tre quarti della lunghezza totale, e la scatola cranica rotonda. I denti masticatori sono piccoli. Gli incisivi superiori esterni sono piccoli e separati da quelli più interni. Le ossa nasali sono rialzate, allungate e con i bordi paralleli.

Sono caratterizzati dalla seguente formula dentaria:

3 2 1 2 2 1 2 3
3 3 1 0 0 1 3 3
Totale: 30
1.Incisivi; 2.Canini; 3.Premolari; 4.Molari;

Aspetto[modifica | modifica sorgente]

Il colore generale del corpo è bruno-grigiastro con la base dei peli giallastra o bianca, più chiaro sulla groppa, le spalle e le parti ventrali. Il muso è notevolmente allungato e sottile, la lingua è estensibile e priva di solchi laterali. Le orecchie sono piccole, triangolari, ben separate tra loro e con l'estremità arrotondata. La coda è corta ed inclusa completamente nell'ampio uropatagio, il cui margine libero è a forma di U rovesciata. Il cariotipo è 2n=16 FN=22.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Comportamento[modifica | modifica sorgente]

Si rifugia in grotte, canali di irrigazione e crepacci tra le rocce.

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

Si nutre di polline e nettare dei fiori del Banano.

Riproduzione[modifica | modifica sorgente]

Femmine gravide sono state catturate nel mese di settembre, mentre una in allattamento ad agosto.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Questa specie è conosciuta soltanto negli stati messicani di Jalisco, Colima, Michoacan, Guerrero e Morelos, nella parte sud-occidentale del paese.

Vive nelle boscaglie spinose aride e nelle foreste decidue costiere fino a 1.700 metri di altitudine.

Stato di conservazione[modifica | modifica sorgente]

La IUCN Red List, considerato che la popolazione è composta probabilmente da meno di 10.000 individui adulti e che sia diminuita di almeno il 10% negli ultimi 10 anni , classifica M.harrisoni come specie vulnerabile (VU).[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c (EN) Arroyo-Cabrales, J. & Ticul Alvarez Castaneda, S. 2008, Musonycteris harrisoni in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.1, IUCN, 2014.
  2. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Musonycteris harrisoni in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005, ISBN 0-8018-8221-4.
  3. ^ Novak, 1999, op. cit.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Guillermo Tellez & Jorge Ortega, Musonycteris harrisoni in Mammalian Species, nº 622, 1999.
  • Ronald M. Novak, Walker's Mammals of the World, 6th edition, Johns Hopkins University Press, 1999. ISBN 9780801857898

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi