Morinosaurus typus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Morinosaurus
Stato di conservazione: Fossile
Periodo di fossilizzazione: Giurassico
Immagine di Morinosaurus typus mancante
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Reptilia
Superordine Dinosauria
Ordine Saurischia
Sottordine Sauropodomorpha
Infraordine Sauropoda
Genere Morinosaurus
Specie M. typus

Il morinosauro (Morinosaurus typus) è un dinosauro erbivoro appartenente ai sauropodi, vissuto nel Giurassico superiore (Kimmeridgiano, circa 155 milioni di anni fa). L'unico resto fossile noto (un dente danneggiato) è stato ritrovato in Francia. L'identità è dubbia.

Classificazione[modifica | modifica wikitesto]

Il dente fossile su cui si basa il genere venne ritrovato in rocce giurassiche provenienti da Boulogne-sur-Mer, nel dipartimento di Pas-de-Calais in Francia. Il dente, poi andato perduto, aveva una corona lunga circa 5 centimetri e una sezione tra i 16 e i 12 millimetri.

Il fossile venne descritto dal paleontologo francese H. E. Sauvage nel 1874, il quale lo paragonò a denti simili attribuiti al titanosauro Hypselosaurus, del Cretaceo superiore della Provenza. Sauvage, inoltre, attribuì allo stesso esemplare anche un omero destro incompleto. Curiosamente, nonostante le illustrazioni del dente e le affinità con un titanosauro dai denti a corona stretta, due successive pubblicazioni autorevoli (Romer 1956, Steel 1970) considerarono Morinosaurus un sinonimo di Pelorosaurus, un presunto brachiosauride del Cretaceo inferiore inglese (come altri brachiosauridi, si suppone che anche Pelorosaurus possedesse denti dalla corona larga).

In ogni caso, il dente francese venne attribuito alla specie P. manseli (poi "Ischyrosaurus"), anch'essa del Giurassico superiore. Recenti ricerche considerano Morinosaurus (il cui nome significa "lucertola dei Morini", dal nome di un antico popolo della Francia settentrionale) semplicemente come un nomen dubium.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Sauvage, H.E. (1874). Memoire sur les dinosauriens et les crocodiliens des terrains jurassiques de Boulogne-sur-Mer. Mémoires de la Société Géologique de France, second series. 10:1-58. [French]
  • Romer, A.S. (1956). Osteology of the Reptiles. University of Chicago Press:Chicago 1-772. ISBN 0-89464-985-X
  • Steel, R. (1970). Part 14. Saurischia. Handbuch der Paläoherpetologie/Encyclopedia of Paleoherpetology. Part 14. Gustav Fischer Verlag:Stuttgart p. 1-87.
  • Upchurch, P.M., Barrett, P.M., and Dodson, P. (2004). Sauropoda. In: Weishampel, D.B., Dodson, P., and Osmólska, H. (eds.). The Dinosauria (2nd edition). University of California Press:Berkeley 259-322. ISBN 0-520-24209-2

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]