Millerntor-Stadion

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 53°33′16″N 9°58′04″E / 53.554444°N 9.967778°E53.554444; 9.967778

Millerntor-Stadion
Millerntor-Stadion Nordkurve.jpg
Informazioni
Stato Template:Germania
Ubicazione Auf dem Heiligengeistfeld
D-20359 Amburgo Coat of arms of Hamburg.svg
Inizio lavori 1961
Inaugurazione 1963
Struttura Pianta rettangolare
Copertura Parziale
Ristrutturazione 1988, 2006 - 2014
Mat. del terreno Erba
Proprietario FC St. Pauli
Uso e beneficiari
Calcio St. Pauli St. Pauli
Football americano Hamburg Blue Devils
Capienza
Posti a sedere 23.201[1][2][3][4] (2010)
 

Il Millerntor-Stadion (ex-Wilhelm-Koch-Stadion) è uno stadio della città tedesca di Amburgo, costruito nel quartiere di St. Pauli, tra il 1961[3][4][5][6] e il 1963[1][2][3][4][5][6] ed utilizzato per gli incontri casalinghi dell'FC St. Pauli, la squadra di calcio del quartiere e secondo club cittadino (attualmente in seconda divisione), nonché - saltuariamente - della squadra di football americano degli Hamburg Blue Devils[4].
È considerato uno degli stadi "leggendari" della Germania[3], tanto da ricevere spesso delle visite anche da parte di appassionati di calcio provenienti da Oltremanica[3].

L'impianto, che prende il nome da una porta cittadina (la Millerntor), ha una capienza attuale di 23.201 posti[2][3][4], che sarà portata a 27.000 posti entro il 2014.[2][3][5].
Per quasi un trentennio, segnatamente dal 1970 al 1999, si è chiamato "Wilhelm-Koch-Stadion" in onore di Wilhelm Koch, storico presidente dell'FC St. Pauli.[2][4][5][6]

St. Pauli, Amburgo: facciata del Millerntor-Stadion
Il Millerntor-Stadion in un'immagine in notturna

Ubicazione[modifica | modifica wikitesto]

Lo stadio si trova all'interno dell'area chiamata Heiligengeistfeld, l'area famosa per il suo luna park che si tiene tre volte l'anno per una durata complessiva di sei mesi[7] in occasione della festa chiamata "Hamburger Dom" e situata di fronte alla Millerntorplatz e alla Budapester Straße e nelle immediate vicinanze della celebre via a luci rosse Reeperbahn.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Dei 23.201 posti di cui dispone attualmente lo stadio, 10.246 sono a sedere e 12.955 sono in piedi.[1]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Lo stadio attuale prese il posto di un vecchio stadio, costruito dopo la prima guerra mondiale all'angolo tra la Budapester Straße e la Glacischaussee[5][6], distrutto durante i bombardamenti della seconda guerra mondiale e in seguito ricostruito[5], nell'ex-Ernst-Thälmann-Straße. Il vecchio stadio dovette però essere rimosso per lasciar posto all'IGA, un'esposizione floreale internazionale, nel 1963[5][6] (nello stesso luogo si trova ora il parco chiamato "Planten un Blomen").

Iniziò così nel 1961 la costruzione di un nuovo stadio nell'area di Heiligengeistfeld, costruzione che terminò nel 1963.[2][3][4][5][6]
All'epoca, la capienza del "Millerntor-Stadion", che, tra l'altro, fin dall'inizio, ebbe grossi problemi di infiltrazioni d'acqua[5], era di 32.000 posti[5][6] (ridotta poi nel corso dei successivi 35 anni a poco più di 20.000 posti in seguito ai numerosi interventi sulla struttura dovuti a motivi di sicurezza[5][6]).

Nel 1970, si decise di intitolare lo stadio "Millerntor" a Wilhelm Koch, lo storico presidente dell'FC St. Pauli, scomparso l'anno precedente ed in carica dal 1933 al 1945 e dal 1947 sino alla morte.[2][5][6]
L'impianto si chiamò "Wilhelm-Koch-Stadion" fino alla stagione 1998-1999[5]: il 30 ottobre 1998, nel corso dell'annuale riunione della società dell'FC St. Pauli, proprietaria dello stadio, si decise fu infatti deciso di tornare al vecchio nome, e questo per le proteste dei tifosi della squadra, dovute ai trascorsi di Wilhelm Koch nel Partito nazional-socialista[2][5][6] (anche se il suo ruolo all'interno del partito pare fosse stato marginale[5]).

Il 13 luglio 2006 fu annunciato il progetto di alcuni lavori di ristrutturazione, iniziati nel dicembre dello stesso anno e che dovranno portare la capienza a 27.000 posti[3][5], il termine dei quali è previsto per il 2014.[3][5]

Nel frattempo, il 18 luglio 2008 è stata inaugurata la nuova tribuna-sud[3][5], costata 14.000.000 di euro[8]
L'inaugurazione è stata festeggiata con un incontro tra l'FC St. Pauli e la nazionale di calcio cubana, terminata con il punteggio di 7-0 per la squadra ospitante.[3][5]

In seguito, i lavori hanno subito dei rallentamenti per ritardi nei finanziamenti.[9] L'inaugurazione della nuova tribuna centrale, con 6.000 posti a sedere, è prevista per il 2014.[9]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Bundesliga - Offizielle Website: Stadien - Millerntor-Stadion (URL consultato il 27-08-2010)
  2. ^ a b c d e f g h Weltfußball: Bundesliga 2010-2011: Millerntor-Stadion, Hamburg (URL consultato il 27-08-2010)
  3. ^ a b c d e f g h i j k l Spox.com: Stadien > Hamburg - St. Pauli - Millerntor-Stadion (URL consultato il 17-08-2010)
  4. ^ a b c d e f g Hamburg.de: Fußball > Millerntor-Stadion (URL consultato il 17-08-2010)
  5. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s FC St. Pauli - Offizielle Homepage: Ein Stadion schreibt Geschichte (URL consultato il 17-08-2010)
  6. ^ a b c d e f g h i j Uni-Protokolle: Lexikon > Millerntor-Stadion (URL consultato il 17-08-2010)
  7. ^ Altrogge, Gudrun, Hamburg, ADAC Verlag, München, 2005, p. 126
  8. ^ Wöckener, Lutz, Streit ums Millerntor: Erster Unternehmer klagt , in: Hamburger Abendblatt, 11. Dezember 2008 (URL consultato il 27-08-2020)
  9. ^ a b Wöckener, Lutz, Neue Haupttribüne nicht vor 2011 fertig , in: Hamburger Abendblatt, 11. März 2009 (URL consultato il 17-08-2010)

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]