Mario D'Agata

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mario D'Agata
Mario D'Agata 1955 2.jpg
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Altezza 157 cm
Pugilato Boxing pictogram.svg
Dati agonistici
Categoria Pesi gallo
Ritirato 19 luglio 1962
Carriera
Incontri disputati
Totali 68
Vinti (KO) 54 (23)
Persi (KO) 11 (1)
Pareggiati 3
 

Mario D'Agata (Arezzo, 29 maggio 1926Firenze, 4 aprile 2009) è stato un pugile italiano.

Professionista dall'ottobre 1950 fino al luglio 1962. Divenne campione italiano nel 1953 e campione d'Europa nel 1955. Primo ed unico pugile sordomuto ad aver vinto un titolo mondiale, cintura conquistata sul ring dello stadio Olimpico di Roma il 29 giugno 1956 quando sconfisse per KOT al settimo round il parigino Robert Cohen (francese di origine tunisina). In virtù di quella performance il pugile aretino è stato il secondo italiano nella storia a diventare campione del mondo (dopo il titolo vinto nei pesi massimi dal leggendario gigante di Sequals Primo Carnera). D'Agata non riuscì a difendere il titolo l'anno successivo e lasciò la cintura mondiale nelle mani di un idolo dei francesi, Alphonse Halimi, che la sera del primo aprile 1957, al Palais des Sports di Parigi, si aggiudicò una durissima battaglia sulla lunghezza dei 15 round. Il mach alimentò un piccolo giallo a causa della sospensione di 8 minuti dovuta ad un blackout elettrico nel corso della quarta ripresa. Senza mai ottenere la rivincita per la corona mondiale, D'Agata si concentrò sugli impegni continentali e fece suo il titolo europeo dei pesi gallo, nel 1957 e poi nel 1960.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]