Malin Crépin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Malin Crépin durante il Guldbaggegalan Festival (2013)

Malin Crépin (Stoccolma, 22 agosto 1978) è un'attrice svedese.

Vita e carriera[modifica | modifica wikitesto]

Malin Crépin è nata a Stoccolma nel 1978. Dal 1998 al 2002, si è formata presso l'Accademia Teatrale di Malmö. Da allora è stata attiva, sia nello Stockholms stadsteater e al Dramaten, che a Stoccolma. Lì è apparsa nel 2006 in produzioni come Terminal 3 och Terminal 7 di Lars Norén o Piccolo Eyolf di Henrik Ibsen. Un anno dopo ha recitato interpretando le commedie di Jean Genet.[1]

Crépin ha anche recitato come attrice in film e serie televisive[2] incarnando nel 2012, il ruolo da protagonista della giornalista Annika Bengtzon, in film tratti dai libri del romanziere svedese Liza Marklund.[3]

Filmografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

  • 2003: Miffo
  • 2009: I skuggan av värmen
  • 2010: Cornelis
  • 2011: Oslo, 31. august
  • 2011: Människor helt utan betydelse (cortometraggio)
  • 2012: Kiruna-Kigali (cortometraggio)
  • 2012: Il testamento di Nobel
  • 2014: Lulu (cortometraggio)

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Premi & riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • 2008: Rising Star Award per Best Newcomer of the Year al Stockholm International Film Festival
  • 2010: Nominato per il Guldbagge Award per la migliore attrice nel film I skuggan av värmen

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • American Theatre, Band 25, Theatre Communications Group, 2008, P. 74

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Malin Crépin in: Focus
  2. ^ Malin Crépin in: Das Erste
  3. ^ Malin Crépin in: Cinema

Controllo di autorità VIAF: 287332936 LCCN: no2013106626