Maestro di Boucicaut

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il Maresciallo di Boucicaut prega Santa Caterina, Libro delle Ore del Maresciallo di Boucicaut

Il Maestro di Boucicaut, o Maestro del Maresciallo di Boucicuat (in francese Meister des Maréchal de Boucicaut; ... – ...), è stato un miniatore, pittore anonimo francese o fiammingo attivo nel primo quarto del XV secolo, in particolare attivo tra il 1405 e il 1420 a Parigi.

Deve il suo nome al Libro d'ore del maresciallo di Boucicaut, commissionato dal maresciallo di Francia Jean le Meingre de Boucicaut e realizzato tra il 1410 e il 1415.

Alcuni lo indicano in Jacques Coene, direttore del cantiere per il Duomo di Milano nel primo decennio del Quattrocento.

La sua figura è particolarmente importante per la pittura del Quattrocento perché le sue opere sono tra gli antecedenti più diretti del nuovo approccio spaziale e della luce chiara della pittura di Jean Fouquet e dei fiamminghi a partire da Jan van Eyck.

Grazie alla scoperta di nuove sostanze agglutinanti, poté disporre di colori più brillanti, capaci di creare trasparenze (come nei cieli, dove fu il primo a schiarire le tinte avvicinandosi all'orizzonte) e più precisi nella resa minuziosa dei dettagli.

In opere come le miniature delle Demandes à Charles VI (Ms. Français 165 della Biblioteca Universitaria di Ginevra) spicca, oltre alla precisione ottica nel riprodurre la realtà (le venature del legno, le decorazioni nei pavimenti...) e le fisionomie, una nuova prospettiva spaziale che anticipa gli sviluppi successivi della pittura fiamminga: miniature come l'episodio di Pierre Salomon in conversazione con il re sono delimitate ai lati da due colonnine e un architrave, come se si trattasse di una finestra illusionisticamente aperta sull'episodio, che "buca" la pagina (infatti gli oggetti e i personaggi sono spesso tagliati in parte fuori dalla rappresentazione). Il ritratto realistico di Carlo VI di Francia è ispirato alla cura dei particolari dal vero, piuttosto che a intenti documentativi.

Il Maestro di Boucicaut viene spesso paragonato al Maestro di Bedford ed al Maestro delle Ore di Rohan.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Gabriele Bartz, Der Boucicaut-Meister. Ein unbekanntes Stundenbuch. Rotthalmünster 1999.
  • Pierluigi De Vecchi ed Elda Cerchiari, I tempi dell'arte, volume 2, Bompiani, Milano 1999.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 1524070 LCCN: n87142492

pittura Portale Pittura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pittura