Louise de Coligny

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Louise de Coligny

Louise de Coligny (Chatillon-sur-Loing, 23 settembre 1555Fontainebleau, 13 novembre 1620) , figlia di Gaspard de Coligny e Charlotte de Laval, fu la quarta moglie del principe Guglielmo I d'Orange.

Il 26 maggio 1572, a 17 anni, sposò Charles de Teligny. Dopo che sia il marito che il padre furono uccisi nel massacro della Notte di San Bartolomeo (24 agosto 1572), si rifugiò in Svizzera.

Il 12 aprile 1583 si sposò con il Guglielmo I d'Orange-Nassau ad Anversa. Il matrimonio di Guglielmo e Louise ebbe una forte valenza politica, perciò a causa della sua origine francese Louise non fu molto popolare nei Paesi Bassi. Il loro unico figlio Federico Enrico d'Orange nacque il 29 gennaio 1584 ed il 10 luglio dello stesso anno Guglielmo d'Orange morì a seguito dell'attentato di Balthasar Gérard.

Dopo aver tentato, senza successo, nel 1619 di fermare l'esecuzione di Johan van Oldenbarnevelt, partì definitivamente per la Francia, dove morì a Fontainebleau nel 1620 presso la corte della Regina Madre Maria de' Medici. Fu tumulata il 24 maggio 1621 accanto al marito nella cappella della famiglia d'Orange-Nassau nella Nieuwe Kerk di Delft.

Controllo di autorità VIAF: 56654140 LCCN: nr93019104