Lophocebus ugandae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Cercocebo dell'Uganda
GreycheekedmangabeyJPG.jpg
Stato di conservazione
Status none DD.svg
Dati insufficienti
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Ordine Primates
Sottordine Haplorrhini
Infraordine Simiiformes
Parvordine Catarrhini
Superfamiglia Cercopithecoidea
Famiglia Cercopithecidae
Sottofamiglia Cercopithecinae
Tribù Papionini
Genere Lophocebus
Specie L. ugandae
Nomenclatura binomiale
Lophocebus ugandae
Matschie, 1912

Il cercocebo dell'Uganda (Lophocebus ugandae Matschie, 1912) è un primate catarrino della famiglia dei Cercopitecidi.

Veniva in passato considerato una popolazione locale di cercocebo dal mantello (Lophocebus albigena), endemica (come intuibile sia dal nome comune che da quello scientifico) dell'Uganda: rispetto alla specie albigena, presenta taglia inferiore e delle differenze piuttosto rilevanti nella costituzione cranica, come ad esempio la faccia di dimensioni minori in rapporto al cranio, il quale è nel complesso più appiattito rispetto a quello di L. albigena[1]

Per questi motivi, lo studioso Colin Groves decise di studiare più approfonditamente la popolazione ugandese al fine di fare chiarezza sulla sua posizione tassonomica: tali studi culminarono il 16 febbraio del 2007, quando egli proclamò l'elevazione della popolazione ugandese di cercocebo dal mantello al rango di specie a sé stante[2].

Tuttavia, la comunità scientifica è ancora piuttosto scettica sull'effettiva validità tassonomica di tale decisione, e non pochi sono stati gli studiosi a scagliarsi contro di essa, ritenendo più opportuna l'elevazione della popolazione ugandese al massimo al rango di sottospecie di L. albigena (Lophocebus albigena ugandae)[3], se non addirittura a lasciare le cose come stavano prima dell'intervento di Groves.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Groves, Colin, The Endemic Uganda Mangabey, Lophocebus ugandae, and Other Members of the albigena-Group (Lophocebus) in Primate Conservation, vol. 22, 2007.
  2. ^ New monkey species in Mabira - expert, 16 febbraio 2007. URL consultato il 17 febbraio 2007.
  3. ^ A new species of gray-cheeked mangabey announced « Primatology.net
mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi