Linguistica cognitiva

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La linguistica cognitiva analizza le espressioni linguistiche, situate nel contesto in cui sono state pronunciate, per ricostruire i processi cognitivi alla loro base. Alcuni degli autori più importanti sono George Lakoff, Mark Johnson, Gilles Fauconnier e Mark Turner.

Una rielaborazione critica delle teorie della linguistica cognitiva ha dato vita alla corrente danese della semiotica cognitiva, il cui maggiore esponente è Per Aage Brandt.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • William Croft e D. Alan Cruse, Cognitive Linguistics, Cambridge University Press, Cambridge, 2004
  • Marco Mazzone, Menti simboliche, Carocci, Roma, 2005
  • Stefano Arduini e Roberta Fabbri, Che cos'è la linguistica cognitiva, Carocci, Roma, 2008

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]


 
Scienze cognitive
Owl of Minerva.jpg Portale Filosofia · Psi2.png Portale Psicologia · Stub neuroscienze.png Portale Neuroscienze
Phrenology1.jpg   Nicolas P. Rougier's rendering of the human brain.png
Filosofia della mente · Intelligenza artificiale · Linguistica cognitiva · Neuroscienze cognitive · Psicologia cognitiva
Antropologia cognitiva · Economia cognitiva · Ergonomia cognitiva · Etologia umana · Finanza comportamentale · Genetica comportamentale
Mente · Cervello · Cognizione · Comportamento · Comunicazione
Tutte le voci
neuroscienze Portale Neuroscienze: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di neuroscienze