Lewis Baltz

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lewis Baltz

Lewis Baltz (Newport Beach, 1945) è un fotografo statunitense.

Le sue opere si trovano in importanti musei quali il The Whitney Museum of American Art di New York, il Museo d'Arte Moderna di Parigi, il San Francisco Museum of Modern Art, il Museum of Contemporary Art di Helsinki, la Tate Modern di Londra. Ha fatto parte della mostra New Topographics: Photographs of a Man-Altered Landscape (1975), curata da William Jenkins alla George Eastman House, a cui presero parte altri fotografi seminali come Bernd e Hilla BecherRobert AdamsJoe DealNicholas Nixon, Frank Gohlke e Stephen Shore.

Ha pubblicato anche diversi libri tra cui “The New Industrial Parks”, “San Quentin Point”, “Candlestick Point” e “Nevada” tutte testimonianze dei danneggiamenti operati dall'uomo e dalla sua tecnologia distruttiva.

Insegna presso la facoltà di Design e Arti dell'Università IUAV di Venezia e European Graduate School.[1]

Attualmente, tra gli altri progetti, è impegnato in Italia, a Colle Val d'Elsa, dove, nell'ambito della riqualificazione del centro della città bassa (progetto coordinato dall'Atelier di Jean Nouvel, si occupa della riscoperta delle Gore che scorrono nel sottosuolo della centrale Piazza Arnolfo di Cambio.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Lewis Baltz Faculty Website European Graduate School

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 7448660 LCCN: n83205654

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie