Laodamante

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Nella mitologia greca, Laodamante ("domatore di popoli/del popolo") è il nome di quattro personaggi:

  1. Un giovane guerriero troiano, figlio di Antenore e di Teano. Nel corso della guerra che vide i Troiani assediati dagli Achei, Laodamante, che combatteva col grado di capitano, venne ucciso da Aiace Telamonio.
  2. Un figlio di Alcinoo e Arete
  3. Un figlio di Ettore e di Andromaca. Ancora fanciullo accompagnò la madre presso la tenda di Achille, allorché Priamo vi si recò per richiedere il corpo di Ettore. La notte della caduta di Troia, Laodamante sopravvisse al fratello, ucciso barbaramente dai vincitori; Neottolemo, infatti, dopo aver imprigionato Andromaca ne affidò il figlio superstite all'amico Eleno, il quale lo crebbe come sua progenie. Alla morte di Neottolemo, Andromaca sposò Eleno e allevò nuovamente il figlio.
  4. Un figlio di Eteocle, re di Tebe. Laodamante divenne re di Tebe dopo Creonte. Secondo alcuni venne ucciso da Alcmeone nel corso della battaglia degli Epigoni, sul fiume Glisas, dopo aver ucciso Egialeo, figlio di Adrasto. In seguito la città cadde in mano dei nemici. Secondo un'altra versione egli riuscì a fuggire la stessa sera della battaglia e si rifugiò in Illiria con una parte dell'esercito tebano.

Pareri secondari[modifica | modifica wikitesto]

Il figlio di Eteocle secondo altre fonti non morì in quella battaglia e fuggì verso l'Illiria.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Moderna[modifica | modifica wikitesto]

  • Angela Cerinotti, Miti greci e di roma antica, Prato, Giunti, 2005, ISBN 88-09-04194-1.
  • Anna Maria Carassiti, Dizionario di mitologia classica, Roma, Newton, 2005, ISBN 88-8289-539-4.