La fiera per il campo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La fiera per il campo
Titolo originale The field bazaar
JohnHWatson.jpg
Holmes e Watson disegnata di Sidney Paget
Autore Arthur Conan Doyle
1ª ed. originale 1896
Genere Racconto
Sottogenere giallo
Lingua originale inglese

La fiera per il campo (The field bazaar) è un piccolo racconto del ciclo di Sherlock Holmes, scritto e pubblicato da Arthur Conan Doyle nel 1896. È un racconto poco conosciuto, ma fa parte integrante del canone di Sherlock Holmes. Fra il 1894 (anno in cui Doyle decide di "sbarazzarsi" del suo personaggio, facendolo "morire") e il 1902 (anno in cui Doyle è costretto dai lettori a far "resuscitare" Holmes per renderlo protagonista di nuove avventure), questo è l'unico racconto pubblicato da Doyle, avente come protagonista Sherlock Holmes.

Il racconto è quasi un divertissement, un dialogo ameno fra Holmes e Watson; fu pubblicato, quasi in sordina, senza pubblicità, sulla rivista The Student dell'Università di Edimburgo, durante un evento per il fundraising. Nella storia Watson riceve una lettera con una richiesta analoga e Holmes deduce correttamente dalla sua lettura sia informazioni sul mittente che sui pensieri di Watson. Oltre che sulle miracolose doti di Holmes, il racconto gioca anche sulla "scena della colazione" che apre molti fra i racconti brevi di Sherlock Holmes.

Fonti bibliografiche[modifica | modifica wikitesto]

  • Doyle, Arthur Conan (1980). Sherlock Holmes: The Published Apocrypha. Boston: Houghton Mifflin.
  • Doyle, Arthur Conan (1983). The Uncollected Sherlock Holmes. Harmondsworth Eng.: Penguin.
  • Lellenberg, Jon L. (1990). Nova 57 Minor. Bloomington: Gaslight Publications.

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

Arthur Conan Doyle, Pesca di beneficenza, in: "Agenda Sherlockiana 1987", Milano, Rosa&Nero, 1987.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]