Kazu Makino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Kazu Makino

Kazu Makino (Kyoto, 31 dicembre 1969) è una cantante e musicista giapponese. Fa parte del gruppo musicale indie rock e dream pop statunitense Blonde Redhead.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nata a Kyoto (Giappone), si è trasferita fin da piccola negli Stati Uniti, dove ha studiato pianoforte e canto. Dopo il liceo ha studiato arte. Nel 1993, all'età di 24 anni, ha conosciuto Maki Takahashi con cui studiava. Assieme ai fratelli italiani Simone e Amedeo Pace, Kazu e Maki (che poi lascerà il gruppo) hanno fondato i Blonde Redhead a New York. Nel gruppo Kazu è cantante, oltre che tastierista e chitarrista. Sa suonare anche il contrabbasso ed il sintetizzatore. Ha dichiarato in diverse occasioni di non aver mai immaginato una sua carriera nel mondo musicale e di soffrire di "ansia da palcoscenico".[1][2]

È appassionata di equitazione e ha un cavallo di nome Harry. Nel 2002 ha subito un grave incidente cadendo da cavallo, rimanendo infortunata alla mascella e alle ossa facciali. A causa dell'infortunio, che ha richiesto degli interventi chirurgici di ricostruzione, non ha potuto cantare per un lungo periodo. La canzone Equus, presente nell'album Misery Is a Butterfly, allude proprio all'incidente.[3] Kazu ha inoltre dichiarato che in diverse canzoni si è ispirata, soprattutto per le idee ritmiche, al movimento dei cavalli.[4]

Ha collaborato anche con altri artisti della scena rock statunitense: nel 2000 ha collaborato con i The Black Heart Procession per l'album Three, nel 2001 ha partecipato a Gloss Drop dei Battles, nel 2006 ha collaborato con i TV on the Radio per Return to Cookie Mountain. Nel 2013 ha collaborato con Trentmøller per l'album Lost prestando la voce per la traccia 9, Come Undone.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album con i Blonde Redhead[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ nota 1
  2. ^ nota 2
  3. ^ http://articles.latimes.com/2007/aug/16/news/wk-pop16 los angeles times]
  4. ^ gibson.com