John Cotton

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

John Cotton (Derby, 29 dicembre 1585Boston, 23 dicembre 1652) è stato un predicatore inglese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Derby in Inghilterra, figlio di un avvocato, viene educato a Cambridge al Trinity College, a quel tempo casa dei Puritani non conformisti, e vi rimane anche dopo la fine degli studi diventando decano. Nel 1612, dopo essersi convertito al non-conformismo, diviene pastore di una chiesa nel Lincolnshire e nei suoi 21 anni di servizio pastorale muove forti critiche al clero inglese chiedendo a gran voce più controllo nel governo delle parrocchie da parte dei pastori. Nel 1632 il clero inglese reagisce tentando di riportarlo a più miti consigli, poiché Cotton non vuole sentire ragioni lascia il posto e si imbarca per Boston insieme alla famiglia. Giunto in America riveste ancora il ruolo di pastore partecipando anche a dispute sull'eresia che vedevano scontrarsi coloro che credevano nel lavoro come fonte di grazia contro quelli che vedevano come chiave della salvezza la sola fede, scuola di pensiero questa capeggiata da una colona, Ann Hutchinson. Cotton all'inizio difende la donna, ma quando l'accusa di eresia contro di lei monta non esita a chiederne l'esilio dalla colonia. Si scontrò anche contro un altro pensatore, Roger Williams che vedeva la necessità di un controllo sulle questioni civili e religiosi da parte di pubblici ufficiali, Cotton avversò strenuamente quest'idea asserendo che la democrazia non si sposava con le questioni di chiesa. Cotton unì anche in un unico documento tutte le leggi della colonia di Massachusetts Bay ed il suo lavoro fu la base del sistema legale di New Haven. Nonostante tutte le sue dispute è ricordato come un uomo di grande valore ed è considerato il padre del Congregazionalismo in America e le sue opere sono state a lungo usate come testi di catechesi. Muore nel 1652 ed è sepolto a Boston.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

(EN) [1] cenni biografici ed estratti di alcune opere.

Controllo di autorità VIAF: 100280521 LCCN: n50018186

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie