Jérôme Savary

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Jérôme Savary (Buenos Aires, 27 giugno 1942Levallois-Perret, 4 marzo 2013) è stato un attore, regista e commediografo argentino.

Nel 1965 si stabilì a Parigi dove entrò nel gruppo di Fernando Arrabal, del quale allestì Il labirinto (1966) giungendo alla sua prima affermazione. Nel 1968 formò la compagnia Grand Magic Circus, giunta a fama internazionale per lo stile molto particolare, tra fiaba, mito e realismo. Ha proseguito un'intensa attività, con regie di musical (Cabaret, 1988; La rivoluzione francese, 1989; Metropolis, 1989; Zazou, 1990, di cui è anche autore), la trasposizione per il teatro di Asterix il Gallico (1988), la regia di Sogno di una notte di mezza estate di Shakespeare (1990), di Fregoli (1991), e dell'Attila di Verdi (1991). Nel 1994 ha diretto la sua prima commedia, L'importanza di essere onesto, di Oscar Wilde e il suo impegno è proseguito con Madre coraggio (1995) di Brecht. Dal 1996 dirige il Teatro nazionale di Chaillot.

Jérôme Savary è stato direttore dell'Opéra-Comique dal 2000 al 2007. Il 27 giugno 2007 gli è subentrato Jérôme Deschamps.

È scomparso nel 2013 all'età di 70 anni a seguito di un tumore[1].

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Décès du metteur en scène Jérôme Savary (fr) Liberation.fr

Controllo di autorità VIAF: 113885525 LCCN: n85826830

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie