Iperrealismo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Raphaella Spence, Flamingo, 2012, oil on canvas

L'iperrealismo è un genere di pittura basato sulla riproduzione di un soggetto fotografico.È considerato un avanzamento del fotorealismo. Il termine si applica principalmente a un movimento artistico indipendente negli Stati Uniti e in Europa che si è sviluppato a partire dai primi anni 2000. Chiamato anche realismo radicale, l'iperrealismo rappresenta la realtà partendo da un’immagine fotografica, e si differenzia dal precedente fotorealismo per l'uso della fotografia digitale ad alta risoluzione.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il movimento fotorealista nasce negli anni settanta, e si diffonde in Europa nel decennio successivo. Di fatto è derivato della pop art e si è contraddistinto per la maniacalità dei dettagli, sotto tutti gli aspetti esagerata.

La straordinaria fedeltà nei confronti della realtà è stata abbracciata soprattutto dall'ambito pittorico. Tra i più famosi, ricordiamo gli americani Chuck Close, Richard Estes, Ralph Goings.

Un esempio, da ammirare per l'accuratezza dei particolari, è stato quello di Duane Hanson, scultore statunitense famoso per le sue creazioni raffiguranti persone comuni, spesso in atteggiamento lavorativo, o in atti di vita quotidiana, complete di acconciature altamente particolareggiate e abbigliate con vestiti veri. Duane Hanson intendeva creare soggetti talmente perfetti e fedeli ai modelli reali da strabiliare chiunque ne avesse preso visione.

Un altro eccezionale esempio di scultore iperrealista è il californiano (di origine italiana) John De Andrea che, a differenza di Hanson, prediligeva i nudi femminili proprio per scatenare nell'osservatore una naturale attrazione fisica per le forme sinuose dei suoi soggetti, che immediatamente si trasforma in un sentimento di sinistra irrequietudine, poiché l'estremo realismo del soggetto, la sensualità delle sue forme e la loro immobilità induce a pensare di trovarsi di fronte a un cadavere. L'iperrealismo di De Andrea, in altre parole, sconfina in quel delicatissimo territorio della nostra conoscenza dove desideri erotici e istinti vitali si scontrano con il mistero angoscioso della morte.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

pittura Portale Pittura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pittura