Intensità acustica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L'intensità acustica è una grandezza fisica definita come il rapporto tra la potenza di un'onda sonora e l'area della superficie che da essa viene attraversata; oppure come l'energia che nell'unità di tempo attraversa l'unità di superficie posta in un punto perpendicolarmente alla direzione di propagazione del suono.

I = \frac {P}{S}

Nel Sistema Internazionale l'intensità acustica si misura in Watt al metro quadrato, in simboli W/m2.


L'intensità acustica è legata in modo indiretto all'intensità musicale, ossia la qualità che distingue i suoni in deboli o forti. La psicoacustica definisce come volume una grandezza che misura la percezione dell'intensità musicale.

L'orecchio umano è in grado di percepire intensità acustiche che variano tra un range molto grande (12 ordini di grandezza): si definisce soglia di udibilità il valore I = 10-12 W/m2 al di sotto del quale non è più possibile percepire alcun rumore, mentre si chiama soglia del dolore il valore I = 1 W/m2 al di sopra del quale si inizia a provare dolore fisico.


Vista l'ampia escursione delle intensità acustiche dei suoni udibili, si utilizza convenzionalmente una scala logaritmica (che possiede come punto di riferimento il valore della soglia dell'udibilità) definità livello di intensità acustica (Intensity level, IL), o livello sonoro, spesso misurata in decibel:

L=10 \log_{10} \frac {I}{I_o} { dB}

Essendo l'intensità definita come il rapporto tra la potenza propagata dall'onda e la superficie che essa attraversa, quest'ultima viene definita come l'angolo attraversato (misurato in steradianti) e il quadrato del raggio; nel caso di onde sferiche l'intensità è definita come I = {W \over {4 \pi r^2}}

Fisica Portale Fisica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Fisica