Il trasloco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il trasloco
Titolo originale Il trasloco
Lingua originale italiano
Paese di produzione Italia
Anno 1991
Durata 75 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere documentario
Regia Renato De Maria
Sceneggiatura Renato De Maria, Giampiero Huber, Franco Berardi
Fotografia Gianfilippo Corticelli
Interpreti e personaggi
  • Franco Berardi: se stesso
  • Fabio Sabbioni
  • Alessandro Raffini
  • Massimo Carlotti
  • Claudio Burattini
  • Luisa Bombi
  • Dadi Mariotti
  • Paolo Scòzzari: se stesso
  • Mario Canale

Il trasloco è un film documentario del 1991 diretto da Renato De Maria.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Bologna, 1991. In un appartamento del centro gli operai portano via mobili e casse: è in corso un trasloco dopo l'ingiunzione di sfratto. Si tratta di un appartamento speciale: la casa di via Marsili 19 fu uno dei centri del movimento del '77 bolognese. Bifo, Paolo Scòzzari, e altri abitanti della casa, ne raccontano la storia, le persone che ci hanno vissuto, ci hanno bivaccato e transitato, la nascita di Radio Alice, gli arresti e le perquisizioni. Nel frattempo la casa si svuota.

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Presentato fuori concorso al Torino Film Festival, il film fu trasmesso da Rai 3 il 25 dicembre 1991[1], la stessa sera in cui a Mosca la bandiera sovietica veniva ammainata dal pennone più alto del Cremlino.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Bifo, Bologna e la casa del movimento, La Repubblica, 24 dicembre 1991

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]