Hortus conclusus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando l'installazione di Mimmo Paladino a Benevento, vedi Hortus Conclusus (Paladino).

L'hortus conclusus (latino, traducibile in italiano come "orto recintato") è la forma tipica di giardino medievale, legato soprattutto a monasteri e conventi.

Come dice il nome stesso si tratta di una zona verde, generalmente di piccole dimensioni, e circondata da alte mura, dove i monaci coltivavano essenzialmente piante e alberi per scopi alimentari e medicinali. Pressoché sconosciuta era la funzione decorativa.

Nel campo dell'arte sacra europea l'hortus conclusus divenne presto simbolo del Paradiso terrestre e della verginità di Maria. Si trova spesso raffigurato, anche tramite pochi accenni simbolici, in dipinti quali le Annunciazioni ed altre scene della vita della Vergine. Dopotutto l'immagine dell'hortus conclusus è ripresa da un passo biblico del Cantico dei Cantici (4, 12): "Hortus conclusus soror mea, sponsa, hortus conclusus, fons signatus" («Giardino chiuso tu sei, sorella mia, sposa, giardino chiuso, fontana sigillata»).[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dizionari dell'arte, La natura e i suoi simboli, ed. Electa, 2003, pp. 12-15

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]