Henry Newbolt

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Henry Newbolt (Bilston, 6 giugno 1862Londra, 19 aprile 1938) è stato un poeta e politico inglese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Bilston, nello Staffordshire, dopo la morte del padre si trasferì con la famiglia a Walsall, dove in seguito frequentò gli studi. Sposato con Mraget Coltman ebbe un'unica figlia Celia.

L'incontro con Oscar Wilde[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1881 in occasione della pubblicazione del suo volume intitolato Poems ("Poesie") Oscar Wilde inviò all’Oxford Union, una copia dell'opera sperando in un'ammissione alla prestigiosa biblioteca. Qui l'opera venne recensita da Oliver Elton con l'aiuto del giovane Newbolt: nel leggerla ed esporre il proprio giudizio parlavano di immoralità, inconsistenza e affermando che l’opera fosse colma di plagi di autori più importanti.[1]

Morì a Kensington, Londra.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • The Old Country (1906)
  • The New June (1909)
  • The Naval History of the Great War (1920)
  • A Ballad of Sir Pertab Singh
  • He fell among Thieves
  • Admirals All

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Henry Newbolt, Os my world as in My Time pag 96-97, London, 1932.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Richard Ellmann, Oscar Wilde, Rocca san casciano, Mondadori, 2001, ISBN 88-04-47897-7. Traduzione di Ettore Capriolo

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 59881125 LCCN: n50004530

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie