Barrister

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Immagine di un barrister

Il barrister è una figura professionale, operante opera insieme al solicitor, tipica dei sistemi giuridici basati sul common law, come quello inglese, scozzese (dove è chiamato advocate), gallese e irlandese, mentre nel sistema statunitense questa figura oggi non è presente.

Cenni storici[modifica | modifica sorgente]

L’origine di questa distinzione tra solicitor e barrister risale al 1340, periodo nel quale iniziava ad evolversi l’attività di assistenza legale ai cittadini nei processi penali e civili.

I barrister erano in passato i soli abilitati a svolgere la loro attività dinnanzi alle Corti superiori, attività che consisteva essenzialmente nella preparazione degli atti e nel dibattimento orale di fronte al tribunale; essi godevano dunque di un monopolio, che trovava le sue origini in un'antica prassi giudiziaria. Il codice di comportamento dei barrister proibiva a questi ultimi di avere un contatto diretto con il cliente. Chiunque volesse iniziare un processo davanti alla High Court oppure desiderasse ottenere il parere di un barrister doveva quindi sempre servirsi della collaborazione di un solicitor.

Con il passare del tempo, la differenziazione tra solicitor e barrister si è lentamente ma progressivamente ridotta.

Con il Courts and Legal Services Act del 1990, è stata data la possibilità anche ai solicitor di assumere la rappresentanza in giudizio presso alcune giurisdizioni superiori, un tempo monopolio dei barrister. Il processo di avvicinamento delle due figure professionali ha avuto un'ulteriore spinta con l'Access to Justice Act del 1999.

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

Egli rappresenta il cliente di fronte alle corti superiori (higher courts); si dedica inoltre spesso ad un'attività di consulenza, alla preparazione di pareri legali, alla redazione di testamenti, di contratti di compravendita di beni immobili o di trust particolarmente complicati.

Accade spesso che il solicitor sottoponga al parere del barrister un problema particolarmente delicato; i barrister si specializzano infatti su particolari materie, nelle quali hanno una approfondita conoscenza.

Queen's Counsel[modifica | modifica sorgente]

Il Queen's Counsel (Consiglio della Regina), chiamato King's Counsel (Consiglio del Re) quando a regnare è un uomo, è costituito da una élite di giuristi. Questo status è concesso tramite littera patente dal re. Poiché i membri del Consiglio tradizionalmente indossano indumenti di seta, il fatto di acquisire questo status viene familiarmente indicato come "prendere la seta" (taking silk). Un giurista deve servire almeno per dieci anni come barrister o solicitor per potere ambire a questo titolo.

Set of Chamber[modifica | modifica sorgente]

Le set of chamber sono gruppi composti solitamente da dieci\quindici barrister. Tali gruppi hanno la loro sede a Londra, negli Inns of Court. A capo di ogni gruppo vi è il clerk, i cui compiti sono quelli di tenere i contatti tra i solicitor ed i barrister della sua chamber, e di determinare l'onorario dei barrister della sua chamber.

La formazione dei barrister[modifica | modifica sorgente]

I requisiti per essere un barrister sono:

  • essere in possesso di un titolo universitario, non necessariamente in ambito giuridico;
  • la frequentazione di un corso tenuto presso una School of Law della durata di un anno;
  • un anno di attività come pupil presso uno o più barrister;
  • dopo il conseguimento dell'esame finale, il candidato viene nominato barrister (call to the bar).

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]