Hazem Salah Abu Isma'il

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Hazem Salah Abu Isma'il (in arabo: حازم صلاح أبو إسماعيل; Doqqi, 16 giugno 1961) è un avvocato e politico egiziano.

Hāzim Ṣāliḥ Abū Ismāʿīl.

Nativo di Doqqi (Giza), Hāzim Ṣāliḥ Abū Ismāʿīl (ħæːzem sˤɑˈlɑːħ ˈæbu ʔesmæˈʕiːl) è un militante politico salafita egiziano.[1] È stato descritto dal quotidiano The Economist come un salafita "populista"[2]

Il 5 luglio 2013 è stato arrestato dalle autorità militari che hanno portato a segno il golpe egiziano del 2013 per "incitamento alla violenza".[3]

Candidatura presidenziale[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Egypt’s presidential race: Battle of the beards in The Economist, 7 aprile 2012. URL consultato il 5 luglio 2013.
  2. ^ Dogma and purity v worldly politics in The Economist, 20 ottobre 2012. URL consultato il 5 luglio 2013.
  3. ^ Egyptian hardline Islamist presidential candidate arrested, Reuters, 5 luglio 2013. URL consultato il 5 luglio 2013.