Harvard College Observatory

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
L'osservatorio di Harvard nel 1900

L'Harvard College Observatory (HCO, Osservatorio di Harvard) è un'istituzione che amministra una serie di edifici e strumenti usati per la ricerca astronomica.

Si trova a Cambridge, Massachusetts negli Stati Uniti e fu fondato nel 1839.
Con lo Smithsonian Astrophysical Observatory forma parte dell'Harvard-Smithsonian Center for Astrophysics.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Tra il 1847 e il 1852, il fotografo John Adams Whipple e l'astronomo William Cranch Bond, all'epoca direttore dell'osservatorio, usarono il grande telescopio rifrattore dell'osservatorio per produrre immagini della Luna di considerevole dettaglio e chiarezza. Al tempo era il più grande telescopio del mondo, e le loro immagini della Luna ottennero il premio per la fotografia alla Crystal Palace Exhibition di Londra nel 1851.
Il 16 luglio del 1850, Whipple e Bond fecero il primo dagherrotipo di una stella: Vega.

Molte donne all'HCO fecero la storia della ricerca astronomica. In particolare Annie Jump Cannon e Henrietta Swan Leavitt, assunte in origine per fare calcoli matematici a mano ed esaminare fotografie seppero dare grande contributo nel campo della classificazione stellare. Altre astronome che meritano menzione sono Williamina Paton Fleming, Antonia Maury e Cecilia Payne-Gaposchkin[1]

Il Minor Planet Center accredita la scoperta di alcuni asteroidi al Harvard Observatory.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ A Century Ago, Women Astronomers At Harvard Made Scientific History.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]