Hansa-Brandenburg

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Hansa und Brandenburgische Flugzeugwerke GmbH
Stato Germania Germania
Tipo Gesellschaft mit beschränkter Haftung
Fondazione 1914
Fondata da Camillo Castiglioni
Chiusura 1919
Persone chiave Ernst Heinkel
Settore aeronautica
Prodotti aerei civili e militari

Hansa und Brandenburgische Flugzeugwerke GmbH (più comunemente Hansa-Brandenburg) era un società tedesca produttrice di aerei della prima guerra mondiale. Venne fondata nel maggio 1914 con l'acquisto della Brandenburgische Flugzeugwerke da parte di Camillo Castiglioni, che spostò la fabbrica da Liebau a Brandenburg am Havel. Ernst Heinkel capo ingegnere venne confermato per le sue competenze. Nell'autunno del 1915, divenne il primo produttore tedesco di aerei, con un capitale di 1 500 000 Mk, 1 000 addetti, e due fabbriche addizionali - una a Rummelsburg, Berlino, ed un'altra a Wandsbech, Amburgo.

Sebbene la costruzione dei velivoli avvenisse presso gli stabilimenti in Germania, Castiglioni era un austriaco, e molti dei modelli sviluppati dall'Hansa-Brandenburg destinati alla k.u.k. Luftfahrtruppen vennero prodotti su licenza dalle aziende austro-ungariche Phönix Flugzeugwerke e Ungarische Flugzeugfabrik (Ufag). La società divenne nota per una serie di successo di caccia idrovolanti e da ricognizione usati dalla marina imperiale tedesca durante la guerra. Hansa-Brandenburg non sopravvisse alla prima guerra; infatti venne chiusa nel 1919. Un certo numero di modelli vennero prodotti in altri paesi tra i quali i più rilevanti in Finlandia e Norvegia.

Note[modifica | modifica sorgente]


Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (EN) Jane's All the World's Aircraft 1919, London, Sampson Low Marston, p. 218.
  • (EN) Bill Gunston, World Encyclopedia of Aircraft Manufacturers, Annapolis, Naval Institute Press, 1993, p. 56, ISBN 0-75093-981-8.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]