Graziella Magherini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Graziella Magherini (...) è una psicoanalista italiana di orientamento freudiano.

Michelangelo's David 2.JPG
Michelangelo's Moses.jpg

Psichiatra psicoanalista, è membro didatta dell’Associazione Italiana di Psicoanalisi e dell’International Psychoanalytic Association, nonché attuale presidente dell’International Association for Art and Psychology[1].

È esperta in storia dell'arte con particolare riferimento a studi su Michelangelo, assieme a Simona Argentieri[2], relativi al suo vissuto travagliato ed alle conseguenti relazioni con la sua opera. Uno dei suoi libri più noti al grande pubblico è relativo alla sindrome di Stendhal, di cui ha stesso titolo. Nel libro si analizza, anche mediante lo studio sistematico di casi clinici, il retroterra psichico che causa tale manifestazione di stampo emotivo. Graziella Magherini ha una pluridecennale esperienza presso l'ospedale di Santa Maria Nuova di Firenze. La città stessa è stata un ottimo osservatorio per lo studio e l'acquisizione di dati inerenti allo sviluppo ed il manifestarsi della sindrome di Stendhal, tenuto conto anche della grande affluenza dei visitatori stranieri portati al disturbo emotivo succitato di fronte alla grande quantità di opere artistiche a Firenze, sia a livelli di singolo che di gruppo. Di interesse particolare può essere il caso clinico di Inge. Di importanza focale per il suo lavoro di psicanalista sono gli studi inerenti alla auxologia ed in relazione a ciò la Magherini è presidente della società relativa formatasi.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Consorzio Società della Salute del Casentino
  2. ^ membro dell'International Psycho-Analytical Association; analista didatta della Società Italiana Psicoanalisi

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]