Grande smog

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La colonna di Nelson durante il Grande smog del 1952

Il Grande smog è stata una catastrofe ambientale che colpì Londra nel dicembre 1952.

Una coltre di smog, nebbia densa e maleodorante, avvolse Londra a partire dal 5 dicembre 1952 e durò fino al 9 dicembre 1952. Causò la morte di 12 000 persone, a cui si devono aggiungere anche 100 000 malati[1].

Le origini[modifica | modifica wikitesto]

Le cause del fenomeno vanno ricercate in un brusco aumento del livello di inquinamento verificatosi nei giorni precedenti.

Durante i primi giorni di dicembre una fredda nebbia calò su Londra. A causa del freddo i londinesi aumentarono la potenza degli impianti di riscaldamento e cominciarono a bruciare più carbone del normale[2].

Il conseguente inquinamento dell'aria costituito dai fumi di combustione fu intrappolato da una inversione termica formata da una densa massa di aria fredda. La concentrazione di inquinanti, fumo freddo in particolare, crebbe drammaticamente. Il problema fu reso peggiore dall'uso per riscaldamento di carbone di bassa qualità, ad alto contenuto di zolfo, per permettere l'esportazione del carbone di alta qualità a causa della critica situazione economica della Gran Bretagna dopo la Seconda guerra mondiale.

Le conseguenze[modifica | modifica wikitesto]

La nebbia fu così spessa che la circolazione automobilistica divenne difficile o impossibile.

La gente camminava appoggiata ai muri. Le autorità raccomandarono di tenere a casa i bambini per il rischio che potessero perdersi. Lo smog entrò facilmente anche dentro gli edifici e concerti, rappresentazioni teatrali e proiezioni cinematografiche furono sospese poiché la scena o lo schermo non erano visibili al pubblico.[3]

I servizi medici compilarono statistiche per le quali ci furono nella prima settimana 4 000[4] decessi aggiuntivi dovuti a infezioni dell'apparato respiratorio, ipossia dovuta all'ostruzione a causa del pus del passaggio di aria nei polmoni, insufficienza respiratoria, bronchite acuta e polmonite[5].

Ulteriori 8 000 morti seguirono nelle settimane e nei mesi successivi[6] .

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ivan T. Berend, An Economic History of Twentieth-Century Europe, Cambridge University Press, 2006, p. 312, ISBN 978-0-521-67268-9.
  2. ^ Environmental Health Perspectives Volume 110, Number 12, December 2002: Guest Editorials:A Half Century Later: Recollections of the London Fog (David V. Bates)
  3. ^ 50 Years On - The struggle for air quality in London since the great smog of December 1952 (page 7)
  4. ^ Met Office: The Great Smog of 1952, www.metoffice.gov.uk. URL consultato il 17 agosto 2008.
  5. ^ Camps, Francis E (Ed.) (1976). "Gradwohl's Legal Medicine, 3rd edition" Bristol: John Wright & Sons Ltd, ISBN 0-7236-0310-3. page 236
  6. ^ BBC NEWS | Health | Historic smog death toll rises

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]