Gisella di Baviera

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Beata Gisella di Baviera
Szeged-istvan.jpg

Regina d'Ungheria

Nascita 980 circa
Morte 7 maggio 1065
Venerata da Chiesa cattolica
Beatificazione 1975
Ricorrenza 7 maggio

Gisella (Ratisbona, 980 circa – Passavia, 7 maggio 1065) è stata una nobile tedesca, duchessa di Baviera e, dal 1000, regina d'Ungheria. Fu dichiarata beata nel 1975.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Gisella, figlia di Enrico II il litigioso e di Gisella di Borgogna, nel 995 sposa Stefano d'Ungheria, da cui ha tre figli (tutti morti prematuri):

Contribuisce con fervore all'opera di cristianizzazione dell'Ungheria a fianco del marito.

Dopo la morte di questi, nel 1045 è costretta a lasciare l'Ungheria e si ritira in clausura nel convento di Niedernburg a Passavia, dove rimane fino alla morte. Ancora oggi la sua tomba è meta di pellegrinaggio religioso. Reliquie della beata sono conservate anche nella chiesa di Veszprém.

Nel XVIII secolo fu aperto il processo di canonizzazione, ma ebbe esito negativo. Fu dichiarata beata nel 1975.

L'arciduchessa Gisella d'Asburgo-Lorena, figlia dell'imperatore Francesco Giuseppe I d'Austria e di Elisabetta di Baviera, nata nel 1856, venne chiamata così in sua memoria.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Regina consorte d'Ungheria Successore
Sarolta d'Ungheria 1000-1038 Anastasia di Kiev

Controllo di autorità VIAF: 62347035

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie