Gino Marinuzzi (1882-1945)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Gino Marinuzzi (Palermo, 24 marzo 1882Milano, 17 agosto 1945) è stato un direttore d'orchestra e compositore italiano, padre di Gino Marinuzzi jr., anch'egli compositore, e nonno di Giovanna Marinuzzi.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

In qualità di direttore d'orchestra diresse molte prime esecuzioni di opere italiane nei maggiori teatri mondiali; appassionato di Richard Wagner e Richard Strauss, contribuì a diffonderne le opere tra il pubblico italiano attraverso celebri interpretazioni.

In qualità di compositore scrisse tre opere teatrali, tra cui "Palla de' Mozzi" (1932), e musica sinfonica; tra le sinfonie più celebri si ricorda la "Suite Siciliana (in quattro tempi per orchestra)" (1909) che contiene il famoso "Valzer campestre"ascolta.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Fabrizio De André utilizzò il tema del "Valzer campestre" per la sua canzone "Valzer per un amore" (1964).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Sovrintendente del Teatro alla Scala Successore
Carlo Gatti 1944-1945 Antonio Ghiringhelli

Controllo di autorità VIAF: 59295134