Gianni Caravaggio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Gianni Caravaggio (Rocca San Giovanni, 1968) è un artista italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nasce in un piccolo paese dell'Italia centrale, ma ben presto si trasferisce con la famiglia in Germania. Lì compie studi di filosofia, prima di trasferirsi nuovamente in Italia per studiare all'Accademia di Belle Arti di Milano.

La sua ricerca si pone dapprima come una rielaborazione del linguaggio poverista e, in seguito, come un originale ripensamento della materia scultorea, attraverso i materiali classici del marmo e del bronzo. I risultati sono opere di grande pulizia formale, tese ad indagare l'origine dello stesso gesto artistico, inteso come atto demiurgico.

Come scrive Giorgio Verzotti, "l'arte di Gianni Caravaggio è un'esperienza del sapere che non si incarna in una sintesi di senso univoca, per quanto articolata e assurta a sistema: l'opera resta aperta al possibile"[1]

All'Accademia delle Belle Arti di Brera insegna Scultura (o, a suo dire, avanguardia). Il Museo Cantonale d'Arte a Lugano conserva una sua opera.[2]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ “La forma del mondo” di Giorgio Verzotti in "Gianni Caravaggio", Centro Arti Visive Pescheria 2008
  2. ^ Museo Cantonale d'Arte, Lugano: Gianni Caravaggio

Mostre personali[modifica | modifica sorgente]

2000 New view, francesca kaufmann, Milano

2001 What does your soul look like, Tomio Koyama Gallery, Tokyo

2006 Castello di Rivoli Museo di Arte contemporanea, Rivoli (Torino)

2007 Attendere un mondo nuovo, Tucci Russo Studio per l'Arte contemporanea, Torre Pellice (To)

2008 Già trentanove anni su questo pianeta, Centro Arti Visive Pescheria, Pesaro

2008 "Scenario", Collezione Maramotti, Reggio Emilia

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]