Giami

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jāmī

Jāmī (Jām, 1414Herat, 1492) è stato un poeta persiano.

Vissuto alla corte dei Timuridi a Herat, Jāmī - il cui nome completo era ʿAbd al-Raḥmān ibn Aḥmad Nūr al-Dīn Jāmī (in persiano نورالدین عبدالرحمن جامی) - si dimostrò profondissimo conoscitore della lingua araba ed esponente di spicco del movimento letterario timuride.

Tra le sue più celebri opere si ricordano Magnun e Layla, Salaman e Absal e Giuseppe e Zuleyka, influenzate dal simbolismo religioso proprio del sufismo, cui egli apparteneva, essendo Naqshbandi.

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Giami su Treccani.it Controllo di autorità VIAF: 90042997 LCCN: n79068673