George Osborne, X duca di Leeds

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
George Osborne, X duca di Leeds
George Osborne 10th Duke of Leeds.jpg
Duca di Leeds
In carica 1895 –
1927
Predecessore George Osborne, IX duca di Leeds
Successore John Osborne, XI duca di Leeds
Nome completo George Godolphin Osborne
Altri titoli conte di Danby
marchese di Carmarthen
Nascita 18 settembre 1862
Morte 10 maggio 1927
Dinastia Osborne
Padre George Osborne, IX duca di Leeds
Madre Frances Georgiana Pitt-Rivers
Consorte Lady Catherine Lambton

George Godolphin Osborne, X duca di Leeds (18 settembre 186210 maggio 1927), è stato un nobile e politico inglese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Era il figlio di George Osborne, IX duca di Leeds, e di sua moglie, Frances Georgiana Pitt-Rivers, figlia di George Pitt-Rivers, IV barone Rivers[1]. Studiò a Eton College e poi al Trinity College di Cambridge[2][3].

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Rappresentò Brixton (1887-1895) nella Camera dei comuni[4]. Nei suoi primi tre anni come deputato, è stato assistente segretario di Henry Holland, I visconte di Knutsford[5].

È stato Treasurer of the Household (1895-1896) e si sedette nel London County Council[6]. Fu tenente degli Ussari e capitano onorario della Royal Naval Volunteer Reserve. Comandò il Royal Yacht Squadron e fu aiutante di campo del re[3].

Matrimonio[modifica | modifica wikitesto]

Sposò, il 13 febbraio 1884, Lady Katherine Lambton , figlia di George Lambton, II conte di Durham e Lady Frances Hamilton. Ebbero cinque figli:

Morte[modifica | modifica wikitesto]

Morì il 10 maggio 1927, all'età di 64 anni. Fu succeduto dall'unico figlio al ducato.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ George Edward Cokayne, Complete Peerage of England, Scotland, Ireland, Great Britain and the United Kingdom, vol. V, London, George Bell & Sons, 1887, p. 39.
  2. ^ (EN) J. & J. A. Venn, Osborne, George Godolphin, Marquess of Carmarthen in Alumni Cantabrigienses, Cambridge University Press, 1922–1958.
  3. ^ a b Edward Walford, The County Families of the United Kingdom, London, Spottiswoode, Ballantyne & Co. Ltd, 1919, p. 793.
  4. ^ Leigh Rayment - British House of Commons, Brixton. URL consultato il 25 agosto 2009.
  5. ^ Whitaker's Peerage, Baronetage, Knightage and Companioage, J. Whitaker & Sons, 1923, p. 371.
  6. ^ Who is Who 1914, 66th, London, Adam & Charles Black, 1914, p. 1227.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]