George Borrow

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
George Borrow

George Borrow (East Dereham, 5 luglio 1803Oulton Broad, 26 luglio 1881) è stato uno scrittore inglese, noto soprattutto come autore di novelle incentrate sulla vita degli zingari.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Figlio dell'ufficiale Thomas Borrow (1758-1824), effettuò studi presso la Royal High School di Edimburgo e la Norwich School, prima di iscriversi alla facoltà di legge.

Ben presto, però, le lingue e la letteratura si rivelarono i suoi veri interessi coltivati grazie anche alla conoscenza diretta di etnie diverse, come nel caso di un gruppo di zingari dai quali ebbe modo di imparare la loro lingua e la loro cultura.[1]

Inoltre, a causa del mestiere del padre, dall'età di 12 anni si trasferì in Irlanda dove imparò il latino ed il greco e dal 1825, effettuò una serie di viaggi che lo portarono in Francia, in Germania, in Russia, in Portogallo, in Spagna e in Marocco.

Nel 1825 incominciò una collaborazione con un periodico, per il quale realizzò un'indagine sui principali processi e sui casi giudiziari più scottanti contemporanei.

Parallelamente a questa attività svolse il lavoro di traduttore, iniziando dal Fausts Leben di Klinger.

Dal 1832 collaborò con la Società Biblica per la diffusione delle Sacre Scritture in Europa.

Una volta rientrato in patria, dopo essersi sposato il 23 aprile 1840 con Mary Clark, dedicò il suo tempo alla compilazione delle esperienze raccolte durante i viaggi. L'anno seguente pubblicò The Zincali, tramite il quale l'autore descrisse abitudini, tradizioni, canti e poemi degli zingari iberici.

Le opere seguenti spaziarono dalle libere autobiografie presenti in Lavengro (1851) e Romany Rye (1857) al trattato Romano-Lavo-Lil (1874) dedicato alla lingua degli zingari.

Principali lavori[modifica | modifica sorgente]

  • The Zincali (1841)
  • The Bible in Spain (1843)
  • Lavengro (1851)
  • The Romany Rye (1857)
  • Wild Wales (1862)
  • Romano Lavo-lil (1874)

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Le muse, De Agostini, Novara, Vol.II, pag.366-367

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • W. I. Knapp: Life, writings and correspondence of George Borrow, Londra 1899
  • T.H. Darlow (ed.): Letters of George Borrow to the British and Foreign Bible Society, Londra 1911
  • H. Jenkins: The Life of George Borrow, Londra 1924
  • M.D. Armstrong: George Borrow, Londra 1950
  • M. Collie: George Borrow, eccentric, Cambridge 1982

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 49240695 LCCN: n50048232

Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Biografie