General Motors Sequel

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
General Motors Sequel
GM Sequel.JPG
Descrizione generale
Costruttore Stati Uniti  General Motors
Tipo principale Prototipo
Produzione nel 2005

La Sequel è una automobile prototipo (concept car) americana alimentata ad idrogeno che viene sottoposto a combustione controllata in una cella catalitica producente elettricità che fornisce energia a quattro motori elettrici in ogni ruota. È un'auto "trasformabile", più che convertibile, dal momento che possiede un telaio modulare intercambiabile, ed oltre che berlina a quattro porte può diventare anche una SUV.

Il contesto[modifica | modifica sorgente]

Viene prodotta dal costruttore General Motors, utilizzando la più recente tecnologia (generazione HydroGen3) sviluppata dalla sussidiaria europea Opel. La Sequel utilizza un sistema di "guida per filo" (drive-by-wire), che permette la connessione e disconnesione di varie plance di comandi (guida a destra o a sinistra, cambio di scocca, ecc.), ha un'autonomia di 500 km, e l'unico sottoprodotto emesso dallo scarico è vapor d'acqua. È stata presentata al North American International Auto Show del 2005, ed alla 75ma esposizione internazionale di auto di Ginevra. Il capo esecutivo e manager del tempo Rick Wagoner ha dichiarato che probabilmente passera una decade prima che entri in produzione.

La General Motors annunciava l'11 settembre del 2006 che la Sequel a quattro ruote motrici alimentata da pile a combustibile verrà prodotta dalla Chevrolet. L'autombile ad idrogeno della prossima-generazione venne svelato all'auto show di Detroit nel 2005 e venne presentato come lo “GM Sequel;” La versione ridisegnata della chimera venne presentata nel 2006 da Larry Burns, vice presidente della GM, con l'incarico della Ricerca & Sviluppo e pianificazione di futuri prodotti.

Questo veicolo può accelerare da zero a 100 km/h in meno di dieci secondi. Inoltre fornisce un alto livello di controllo della trazione su terreno accidentato, sulla neve, e sul ghiaccio. Inoltre ha il 42% in più di "coppia" ed una maggiore decelerazione durante la frenata, queste sono nuove tecnologie addizionali che corredano il sistema-auto Sequel.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]