Fujio Akatsuka

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Fujio Akatsuka (Rehe, 14 settembre 1935Tokyo, 2 agosto 2008) è stato un fumettista comico giapponese, anche conosciuto come Gag Manga King.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Fujio Akatsuka è nato a Rehe, in Manciuria, da un ufficiale della polizia giapponese. Dopo la seconda guerra mondiale, è cresciuto fra la prefettura di Niigata e la prefettura di Nara. All'età di diciannove anni si è trasferito a Tokyo.

Mentre lavorava in un'azienda chimica, Akatsuka iniziò a disegnare manga. Subito dopo fu accettato da Tokiwa-so ed iniziò la propria carriera come artista di shōjo manga. Tuttavia nel 1958, il suo fumetto Nama-chan (ナマちゃん) ottenne un grande successo, e Akatsuka decise di specializzarsi nei manga comici. Nel 1964 vinse il Shogakukan Manga Award grazie al suo Osomatsu-kun[1] ed il Bungeishunjū Manga Award nel 1971 per Tensai Bakabon. Fujio Akatsuka si dichiarò influenzato da Buster Keaton e MAD magazine.

Nel 1965, Akatsuka fondò il proprio studio, il "Fujio Productions Ltd."[2], con cui nel 2000, fu fra i primi autori a disegnare manga in braille per i non vedenti. Caratteristico dei suoi manga, è il fatto che molto spesso il personaggi secondari hanno finito per diventare molto più popolari rispetto ai protagonisti, come nel caso di Papa (Tensai Bakabon), Iyami, Chibita (Osomatsu-kun), e Nyarome (Mōretsu Atarō).

Nell'aprile 2002 fu ricoverato in ospedale per emorragia cerebrale finendo in uno stato vegetativo persistente dal 2004 fino alla sua morte. Nel luglio 2006, la sua seconda moglie Machiko, che l'aveva assistito sino alla morte, è morta improvvisamente per una emorragia subaracnoidea.[3] Il 2 agosto 2008, Akatsuka è morto di polmonite, nell'ospedale dove era ricoverato a Tokyo.[4]

Opere principali[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (JA) 小学館漫画賞: 歴代受賞者, Shogakukan. URL consultato il 19 agosto 2007.
  2. ^ Introduction, Fujio Productions.
  3. ^ ZAKZAK 2006-7-25 Machiko-san, wife of Akatsuka Fujio dies
  4. ^ (JA) Mangaka Akatsuka Fujio dies, Sports Hochi, 2 agosto 2008. (archiviato dall'url originale il 2008-08-05).

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 110065947 LCCN: n84112674