Francisco Montalvo y Ambulodi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Francisco José Montalvo y Ambulodi Arriola y Casabant Valdespino

Francisco José Montalvo y Ambulodi Arriola y Casabant Valdespino (L'Avana, 1754Madrid, 1822) fu un soldato, amministratore coloniale e politico spagnolo. Dal 30 maggio 1813 al 16 aprile 1816 fu governatore e capitano generale della Nuova Granada (Colombia, Panama, Venezuela ed Ecuador), e dal 16 aprile 1816 al 9 marzo 1818 ne fu viceré. Durante il suo mandato la Nuova Granada fu in aperto conflitto con la Spagna.

Gioventù[modifica | modifica sorgente]

Montalvo era un creolo (uno spagnolo nato in America). Entrò nell'esercito spagnolo in giovane età, operando in America meridionale ed a Santo Domingo, e fece una rapida carriera. Nel 1795 fu promosso brigadiere. Era anche cavaliere dell'Ordine di Santiago.

Governatore e viceré della Nuova Granada[modifica | modifica sorgente]

Il 30 maggio 1813 Montalvo assunse l'incarico di governatore (jefe político superior) e di capitano generale della Nuova Granada, oltre che di presidente dell'Audiencia, sostituendo Benito Pérez Brito. La sua sede fu a Santa Marta, dato che la capitale era in mano ai ribelli. Vi arrivò a bordo del brigantino spagnolo El Borja. Dato che l'istituzione del vicereame era stata abolita dalla costituzione spagnola del 1812, formalmente non ricevette il titolo di viceré prima del 1816, quando Ferdinando VII abolì la costituzione. Si trattava dell'amministratore coloniale spagnolo più alto in grado della Nuova Granada. Nel 1815 fu promosso tenente generale.

Offrì alla città di Cartagena un'alleanza contro Simón Bolívar, ma la proposta fu rifiutata. Il 15 febbraio 1816 riconquistò la città per conto degli spagnoli. Il 24 febbraio, su suo ordine, 44 patrioti di Cartagena furono giustiziati. Il 9 aprile 1816 annunciò un'amnistia. Secondo i suoi scritti gli spagnoli giustiziarono 7000 patrioti nel vicereame durante la riconquista. Il 16 aprile 1816 divenne viceré.

Ultima parte di carriera[modifica | modifica sorgente]

Nel 1818 gli successe come viceré Juan José de Sámano y Uribarri, ed egli tornò in Spagna, dove fu consigliere di stato fino alla morte.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Viceré della Nuova Granada Successore
Benito Pérez Brito 1816-1818 Juan José de Sámano y Uribarri
Conquista spagnola delle Americhe Portale Conquista spagnola delle Americhe: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Conquista spagnola delle Americhe