François-Louis Cailler

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

François-Louis Cailler (Vevey, 11 giugno 1796Vevey, 6 aprile 1852) è stato un imprenditore svizzero inventore della tavoletta di cioccolata[1].

Biografia[modifica | modifica sorgente]

La fabbrica Chocolat Cailler.

Nativo di Vevey, nel Canton Vaud, François-Louis Cailler lavorò dapprima come apprendista presso una drogheria, quindi emigrò a Torino, dove conobbe alcuni cioccolatai ticinesi attivi in città.[1] Nella capitale del Regno si dedicò alla fabbricazione di cioccolato. Nel 1818 fece ritorno a Vevey dove, l'anno seguente, nella località di Corsier, impiantò la prima fabbrica di cioccolato della Svizzera [1]. La fortuna della sua impresa - il marchio Cailler esiste tuttora – è legata all'invenzione del cioccolato in forma di tavoletta (fr.: planque)[1] e alla precoce meccanizzazione del processo produttivo, che rese meno costoso il prodotto finale.[2]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d François-Louis Cailler in Dizionario storico della Svizzera.
  2. ^ Ritratto di François-Louis Cailler su swissworld

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]