Daniel Peter

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Daniel Peter (Moudon, 9 marzo 18364 novembre 1919) è stato un artigiano svizzero.

La carriera e l'invenzione del cioccolato al latte[modifica | modifica wikitesto]

Peter inizia la sua carriera a Vevey in Svizzera come produttore di candele, la cui domanda presto cade a causa della crescente diffusione delle lampade ad olio. Nel 1867 entra in società col suocero François-Louis Cailler, produttore di cioccolato, mentre lo stesso anno il suo vicino di casa Henri Nestlé inventa il latte in polvere. In quel momento Peter ha l'idea di mescolare il cacao in polvere col latte per attenuarne il forte sapore. Nel 1875 inventa così il processo per ricavare il cioccolato al latte. Inizialmente ha alcuni problemi nel rimuovere l'acqua dal latte, ma con la cooperazione di Nestlé, già produttore di cibi per neonati, riesce a lanciare il prodotto sul mercato, dopo sette anni di lavorazione. Nel 1883, dopo aver portato le sue creazioni di cioccolato nelle più grandi esposizioni europee ed aver ricevuto premi ed onorificenze, riceve la più grande, una medaglia d'oro ad Amsterdam[1]. Nel 1904 arriva il sodalizio con Kohler con cui nel 1919 fonda la "Peter, Cailler, Kohler, Chocolats Suisses S.A.". Più tardi, nel 1929, Henri Nestlé entra attivamente a far parte della società gettando le basi per gli sviluppi della futura fortunata multinazionale Nestlé.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ http://www.peterschocolate.com/index-aboutus.html

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 30615687