Fabrizio Lazari

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
sen. Fabrizio Lazari
Stemma del Regno d'Italia Parlamento del Regno d'Italia
Senato del Regno d'Italia
Fabrizio Lazari.jpg
Luogo nascita Alessandria
Data nascita 14 febbraio 1797
Luogo morte Torino
Data morte 8 dicembre 1860
Professione Militare di carriera
Legislatura IV legislatura del Regno di Sardegna
Incarichi parlamentari
  • Membro della Commissione di contabilità interna (17 dicembre 1852-21 novembre 1853)
  • Membro della Commissione per l'esame del progetto di legge sul Codice penale militare (21 gennaio 1856)
  • Membro della Deputazione incaricata di presentare a S. M. il Re l'indirizzo in risposta al discorso della Corona (12 marzo 1852)
Pagina istituzionale

Fabrizio Lazari (Alessandria, 14 febbraio 1797Torino, 8 dicembre 1860) è stato un politico e militare italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Figlio del nobile Bartolomeo Lazari e di sua moglie, la nobildonna Chiara De Rege di Giflenga, Fabrizio intraprese la carriera militare ancora giovanissimo nell'ambito dell'esercito piemontese.

Tenente dal 13 novembre 1816, venne nominato Capitano già dal 16 aprile 1820 per poi passare al grado di Maggiore dal 29 novembre 1830. Tenente colonnello (4 aprile 1835), divenne poi Colonnello e passò al corpo dei carabinieri reali ottenendo l'incarico di Vicecomandante generale dei Carabinieri dal 18 luglio 1837 al 10 dicembre 1847 e la nomina a Comandante generale dei Carabinieri dall'11 dicembre 1847 (effettivo dal 1º gennaio 1848) al 13 ottobre 1848, con la corrispettiva promozione a Maggiore Generale ottenuta già dal 2 novembre 1844. Sempre nel 1848 divenne aiutante di campo del re Carlo Alberto di Savoia ed ottenne quindi il grado di Luogotenente generale d'armata che lo portò poi a divenire Membro del Congresso consultivo permanente di guerra dal 6 novembre 1850.

Incarichi di Governo[modifica | modifica sorgente]

Regno di Sardegna ante 04 marzo 1848:

  • Primo ufficiale della Segreteria di Stato per gli affari dell’interno al Dipartimento di Polizia (21 luglio 1835)

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Cavaliere dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro
Commendatore dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro
— 22 settembre 1848
Cavaliere di Gran Croce decorato di Gran Cordone dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce decorato di Gran Cordone dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro
— 16 febbraio 1855
Medaglia commemorativa delle campagne delle Guerre d'Indipendenza - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia commemorativa delle campagne delle Guerre d'Indipendenza
Predecessore Comandante generale dell'Arma dei Carabinieri Successore Flag of the commanding general of the Carabinieri.svg
Michele Taffini D'Acceglio 1º gennaio 1848 - 13 ottobre 1848 Federico Costanzo Lovera di Maria


biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie