Eppie Lederer

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Esther "Eppie" Pauline Friedman Lederer, a.k.a. 'Ann Landers', 1961

Esther Pauline "Eppie" Lederer , meglio conosciuta con le pseudonimo di Ann Landers, (Sioux City, 4 luglio 1918Chicago, 22 giugno 2002) è stata un'opinionista statunitense.

Iniziò la sua carriera scrivendo la colonna Ask Ann Landers nel 1955 poco dopo la morte della sua creatrice, Ruth Crowley. Lederer non solo scrisse la colonna per 47 anni, ma assunse pubblicamente il nome "Ann Landers" e con questo nome divenne la sostenitrice pubblica di molte opere di carità mediche, sia mediante le sue colonne che con apparizioni nei media. Nel 1977 il presidente Jimmy Carter la mise a capo di un comitato di consultazione sul cancro che durò sei anni.

La sua gemella identica Pauline Phillips, nota per essere l'autrice della colonna Dear Abby.

Infanzia e relazioni con la sorella Pauline[modifica | modifica sorgente]

Nata a Sioux City nello Iowa Esther Pauline (detta Eppie) e la sua gemella identica Pauline Philips (detta Popo) erano figlie di Rebecca Friedman (nata Rushall) una immigrante ebrea russa e di Abraham B. Friedman. Le due sorelle crebbero in Sioux City, frequentando il Morningside College per tre anni e mezzo (1936-1939), dove scrissero una colonna di pettegolezzi per il giornale scolastico. Eppie si diplomò in giornalismo e psicologia.[1]

Mentre Lederer scrisse per la colona Ann Landers la sua gemella identica iniziò anch'essa a scrivere una colonna di consigli personali, Dear Abby, sotto il nome di Abigail Van Buren, pochi mesi dopo che Eppie aveva iniziato a scrivere come Ann Landers. Come colonniste in competizione le due sorelle ebbero una relazione contrastata. Si riconciliarono pubblicamente nel 1964, ma l'acrimonia tra di loro persistette.[2] Qualche anno prima della morte di Eppie, non si parlavano fra di loro.

Nei suoi ultimi anni Lederer scrisse la sua colonna da casa, a volte mentre era nella vasca da bagno. Aveva numerosi amici ed era una figura nota sulla scena sociale di Chigago.

Matrimonio e vita familiare[modifica | modifica sorgente]

Nel luglio 1939 all'età di 21 anni Eppie e Popo si sposarono contemporaneamente in una cerimonia matrimoniale congiunta. Lederer si sposò con l'uomo d'affari Julius Lederer. Per molti anni abitarono a Chicago dove possedevano un grande appartamento.

Nel marzo 1940 ebbe la sua prima e unica figlia, Margo. Nel 1944 sua madre Rebecca Friedman morì di emorragia cerebrale. Julius era stato richiamato nell'esercito e Lederer visse con Margo presso i genitori di Lederer.

Tra il 1945 e il 1949 Lederer presiedette il concilio della Anti-Defamation League del Minnesota-Wisconsin.

Eppie diventa 'Ann'[modifica | modifica sorgente]

A Chicago, nel 1983

Quando Ruth Crowley, creatrice della colonna Ask Ann Landers del Chigago Sun-Times morì nel 1955, Lederer ne prese il posto. Mentre nel corso dei nove anni in cui la Crowley aveva scritto la colonna aveva mantenuto segreta la sua identità, Lederer la assunse pubblicamente. Per la fine dei suoi 47 anni come "Ann Landers", la Lederer era diventata una personalità dei media del Nord America, compariva in televisione[1] e viaggiava per il paese partecipando a eventi dei media e a eventi di beneficenza. Nei suoi ultimi anni iniziò a rispondere a domande su temi che in precedenza erano stati taboo, come l'omosessualità. In un'intervista del 1993 affermò che era felice che le restrizioni sotto cui aveva dovuto lavorare negli anni cinquanta non fossero più esistenti.

Dall'inizio degli anni settanta fino alla sua morte, visse al 290 East Lake Shore Drive in un appartamento di 14 stanze.

Julius e Eppie divorziarono nel 1975. Nella sua colonna del 1º luglio 1974, Lederer scrisse: «Il triste, incredibile fatto, è che dopo 36 anni di matrimonio, Jules e io stiamo divorziando»[3] In riposta ricevette 30.000 lettere simpatetiche con lei.[3]

Morte ed eredità[modifica | modifica sorgente]

Lederer godette di buona salute per quasi tutta la sua vita. Le venne diagnosticato mieloma multiplo (una forma di cancro delle ossa) nel gennaio 2002 e morì il 22 giugno, dopo aver rifiuta i trattamenti medici per la sua condizione.[4] Il suo ex-marito, Julius, era morto il 21 gennaio 1999.

Dopo la sua morte Kathy Mitchell e Marcy Sugar, curatori editoriali da anni della colonna Ann Landers iniziarono a tenere la colonna Annie's Mailbox. La sua scrivania venne acquistata da Dan Savage autore della colonna di consigli sui rapporti e le relazioni sessuali Savage Love.

Nel 2002 il consiglio cittadino di Chicago votò una risoluzione di due pagine per onorare Lederr per aver epitomizzato Chicago «con le sue forti opinioni, i suoi saggi consigli, le sue maniere impeccabili e il suo pronto ingegno» e annunciò che l'installazione della targa "Ann 'Eppie' Landers Way" sull'angolo di Nord Michigan Avenue e East Illinois Street, di fronte al Chicago Tribune Tower, la sede del giornale che ospitò la sua colonna dal 1987. L'inaugurazione fu celebrata con una parata e fuochi artificiali

Nel 2003 fu pubblicata una collezione della corrispondenza tra Lederer e la figlia.[5]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b David Gudelunas, Confidential to America: Newspaper Advice Columns and Sexual Education, Edison, NJ, Transaction, 2007, p. 234. ISBN 978-1-4128-0688-6.
  2. ^ (EN) Robin Judd, Ann Landers, Jewish Virtual Library. URL consultato il 25 giugno 2012 (archiviato il 25 giugno 2012).
  3. ^ a b Janice Castro, Michael Moritz e J. Madeline Nash, Press: Advice for the Lonely Hearts in TIME, 19 gennaio 1981. URL consultato il 26 maggio 2012.
  4. ^ (EN) Sue Rochman, Dar Ann Landers, Crmagazine.org, autunno 2010. URL consultato il 25 giugno 2012.
  5. ^ Ann Landers, Margo Howard, A life in letters: Ann Landers's letters to her only child, Warner Books, 2003, p. 391. ISBN 978-0-446-53271-6.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 94629994