Emilio Floris

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Emilio Floris
Emilio Floris.JPG

Sindaco di Cagliari
Durata mandato 13 maggio 2001 –
30 maggio 2011
Predecessore Mariano Delogu
Successore Massimo Zedda

Dati generali
Partito politico Forza Italia - Popolo delle Libertà
sen. Emilio Floris
Bandiera italiana
Parlamento italiano
Senato della Repubblica
Luogo nascita Cagliari
Data nascita 15 settembre 1944
Titolo di studio Laurea in Medicina e Chirurgia
Professione Medico
Partito Popolo delle Libertà - Forza Italia
Legislatura XVII
Gruppo PdL - FI
Circoscrizione XXVI (Sardegna)

Emilio Floris (Cagliari, 15 settembre 1944) è un politico italiano, sindaco di Cagliari dal 2001 al 2011.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Laureato in Medicina, con specializzazione in Medicina del Lavoro, Cardiologia e Radiologia, comincia la carriera lavorando negli ospedali pubblici di Cagliari e Guspini. Successivamente, sulle orme del padre, dirige le case di cura "Sant'Antonio" di Cagliari e "Madonna del Rimedio" di Oristano.

È stato presidente della 'AIOP' e della associazione culturale "La Radice".

Tra i fondatori sardi di Forza Italia, nel 1994 è eletto al Consiglio Regionale, dove ricopre la carica di capogruppo del suo partito. Nel 1999 viene rieletto in Regione ed è riconfermato come capogruppo azzurro.

Il 13 maggio 2001 è eletto sindaco di Cagliari al primo turno con il 56,9% dei voti. Viene riconfermato l'11 giugno 2006 col 53,6% dei voti. Ha terminato il suo mandato nel maggio 2011.

Nel luglio 2012 è stato rinviato a giudizio per abuso di ufficio a seguito di una ordinanza da lui emessa durante il suo mandato riguardante il rinvio della demolizione dei chioschi della spiaggia di Cagliari[1]

Alle elezioni politiche del 24 e 25 febbraio 2013 è stato eletto senatore nelle file del Popolo della libertà.

Il 16 novembre 2013, con la sospensione delle attività del Popolo della Libertà, aderisce a Forza Italia[2].

Note[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Sindaco di Cagliari Successore
Mariano Delogu 2001 - 2011 Massimo Zedda