Eduardo Caliendo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Eduardo Caliendo (Napoli, 10 novembre 1922Napoli, 26 luglio 1993) è stato un chitarrista italiano.

Nasce a Napoli in via Santa Maria Antesaecula da Ettore Caliendo celebre mandolinista napoletano membro da sempre dell'Accademia Calace.

Fin dalla nascita il padre lo inizia alla musica e anzi premonendo il suo amore per la musica tutta ed in particolare per quella napoletana, compone per lui "Serenatella piccerella" su versi del poeta Pasquale Cinquegrana e la fa eseguire da una intera orchestra di plettri sotto la propria casa il giorno del suo primo onomastico il 13 ottobre. Inizia lo studio della chitarra con Pasquale Serrano, chitarrista dell'Accademia Calace.

In collaborazione con Roberto Murolo è il protagonista della collana "Antologia della canzone napoletana" della DURIUM ancora oggi una delle opere più importanti e meticolose sulla canzone napoletana. Collabora, negli anni '70, anche con il cantante - chitarrista Egisto Sarnelli. Compone anche brani per e con chitarra fra cui: Moresca, Tarantella cu' Pulicenella, Alghe Marine, Tarantella, Fantasia 'e culure, Cale capresi e tante altre spesso dedicandole a suoi allievi.

Si lega sentimentalmente all'artista Vincenza Paesano (in arte Enza Dorian), cantante lirica che predilige il repertorio napoletano e lo porta in giro per il mondo (Canada, Sud America, Belgio) a fianco a grossi personaggi dell'epoca (Nunzio Gallo, Tito Schipa jr, Pina Lamara, Vera Nandi, Achille Togliani). Dedica tutta la sua vita alla musica e soprattutto all'insegnamento tanto da considerare i suoi allievi come figli che frequentano costantemente la sua casa di via Aniello Falcone.

Negli anni 50 è titolare della cattedra di chitarra presso il Liceo musicale di Napoli. Nel 1970 riceve il premio Carulli a Castellamare per i suoi meriti artistici e didattici. Nel 1972 presso il Conservatorio statale di musica "Domenico Cimarosa" di Avellino viene chiamato a occupare la cattedra di chitarra voluto fortemente dall'allora direttore Vincenzo Vitale, famoso caposcuola di pianisti napoletani, dove rimarrà docente fino all'anno del suo pensionamento.

Dalla sua scuola escono chitarristi di talento come Corrado Sfogli, Mauro Di Domenico, Lucio Matarazzo, Mario Fragnito, Gianvito Pulzone. Si diplomano inoltre sotto la sua guida decine di chitarristi tra cui Angelo Pugliese, Maurizio Gaudiosi, Filippo Sica, Angelo Tuorto, Luigi Fricchione, Giuseppe Allegretti, Gianluca Marino maurizio giobbe] e tanti altri. Nel 1993 muore a Napoli.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie