Dvina Settentrionale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Dvina Settentrionale - Северная Двина
Dvina Settentrionale - Северная Двина
Le sorgenti della Dvina a Velikij Ustjug
Stato Russia Russia
Distretti federali Distretto Federale Nordoccidentale
Soggetti federali Vologda Vologda
Arcangelo Arcangelo
Lunghezza 744 km
Portata media 3 490 m³/s, alla foce
Bacino idrografico 357000 km²
Sfocia mar Bianco

La Dvina Settentrionale (in russo: Северная Двина?, Severnaja Dvina) è un fiume della Russia europea settentrionale, tributario del mar Bianco.

Percorso[modifica | modifica wikitesto]

La Dvina Settentrionale ad Arcangelo.

Nasce nel territorio dell'oblast' di Vologda, alla confluenza dello Jug e della Suchona nei pressi della città di Velikij Ustjug; ricevuta la Vyčegda si dirige quindi verso nordovest, attraversando la parte occidentale dell'oblast' di Arcangelo. Dopo la confluenza della Pinega volge il suo corso verso ovest-nordovest, costeggiando a sud il vasto altopiano del Mar Bianco e del Kuloj; sfocia nel mar Bianco con un delta di circa 900 km² di superficie, nella baia che dal fiume prende il nome (Baia della Dvina), dopo 744 km di corso, in prossimità delle grosse città di Arcangelo e Severodvinsk.

Bacino idrografico[modifica | modifica wikitesto]

Il bacino della Dvina Settentrionale.

Il bacino idrografico della Dvina settentrionale è di dimensioni rilevanti, estendendosi su 357.000 km² sul territorio della Repubblica dei Komi e degli oblast' di Arcangelo, Kirov, Kostroma e Vologda; attraversa zone a bassa densità di popolazione, coperte per la maggior parte della superficie dalla foresta boreale di conifere, a causa del clima freddo.

Nel suo corso riceve parecchi affluenti, tra i quali i più significativi sono la Pinega, la Uftjuga, la Vaga, la Vyčegda, la Ëmca, la Nižnjaja Tojma.

Lungo il suo corso il fiume bagna, fra le altre, le città di:

Regime[modifica | modifica wikitesto]

La Dvina settentrionale ha un regime analogo a quello dei restanti fiumi russi: i mesi invernali e la prima parte della primavera vedono i valori minimi di portata, che aumenta invece di molto nella tarda primavera in corrispondenza del disgelo. La Dvina settentrionale è interessata dal congelamento delle acque nel periodo compreso, mediamente, fra fine ottobre-primi di novembre e fine aprile-primi di maggio.

I valori medi di portata d'acqua a livello annuale sono di 770 m³/s alla sorgente (confluenza Jug-Suchona), mentre salgono a quasi 3.500 alla foce; i massimi di portata tardo primaverili si traducono in grossi aumenti del livello delle acque, che possono raggiungere anche i 14 metri nel basso corso.

Portate medie mensili[modifica | modifica wikitesto]

Portata media mensile (in m³)
Stazione idrometrica : Oust-Pinega (1983-1993)

Fonte : SEV.DVINA - UST PINEGA - North European Russia, SHI

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Russia Portale Russia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Russia