Dragonslayer (Dream Evil)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Dragonslayer
Artista Dream Evil
Tipo album Studio
Pubblicazione 25 giugno 2002
Durata 46 min : 18 s
Dischi 1
Tracce 12
Genere Power metal
Heavy metal
Etichetta Century Media
Produttore Fredrik Nordström e Dream Evil
Dream Evil - cronologia
Album precedente
Album successivo
(2003)

Dragonslayer è l'album di debutto del gruppo musicale heavy metal svedese Dream Evil. Si tratta di un concept album.

Antefatti[modifica | modifica sorgente]

Il chitarrista solista Gus G. descrive il concept del disco in un'intervista:

« Il disco parla di un re che combatte contro un drago e soccombe. Il drago prende il cuore dello sconfitto, mentre quest’ultimo cade in un sonno eterno. Il re aveva un grande e famoso guerriero sotto il suo comando, ed il suo compito è combattere il drago, sconfiggerlo e riportare indietro il cuore che salverà il suo sovrano. Sono molto entusiasta dei testi perché affrontano tematiche fantasy veramente molto heavy e, vista la trama che le unisce, assumono lo stesso valore nel disco. Non ci sono brani predominanti, bisogna saper leggere il tutto nell’ottica del concept. »
(Gus G., intervista a MetalItalia.com[1])

Il gruppo ha collaborato con un'orchestra sinfonica per la realizzazione di alcuni brani (ad esempio The Chosen Ones).

Tracce[modifica | modifica sorgente]

  1. Chasing the Dragon – 4:00
  2. In Flames You Burn – 4:34
  3. Save Us – 3:39
  4. Kingdom of the Damned – 3:54
  5. The Prophecy – 4:14
  6. The Chosen Ones – 5:02
  7. Losing You – 5:56
  8. The 7th Day – 3:33
  9. Heavy Metal in the Night – 4:54
  10. H.M.J. – 2:46
  11. Hail to the King – 3:30
  12. Outro – 0:15

Edizione giapponese[modifica | modifica sorgente]

  1. Chasing the Dragon – 4:00
  2. Save Us – 3:39
  3. Dragonheart – 3:36 – Traccia bonus
  4. Losing You – 5:56
  5. Hail to the King – 3:30
  6. Heavy Metal in the Night – 4:54
  7. The Prophecy – 4:14
  8. H.M.J. – 2:46
  9. In Flames You Burn – 4:34
  10. Kingdom of the Damned – 3:54
  11. The 7th Day – 3:33
  12. The Chosen Ones – 5:02
  13. Take the World
  14. Losing You (Instrumental) – 5:57 – Traccia bonus
  15. Outro – 0:15
  16. The Prophecy (Demo)
  17. Heavy Metal in the Night (Demo)

Formazione[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Andrea Raffaldini, DREAM EVIL – Parola a Gus G., l’Ammazzadraghi in Metal Italia, 20 maggio 2002. URL consultato il 19 febbraio 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]